Tra il verde del grano piantato al centro di Porta Nuova, a Milano, sabato 18 aprile si inaugura il giardino temporaneo Lunetta. Si tratta di un'area che si pone in continuazione con il progetto di uso temporaneo dell’area verde di Porta Nuova, in attesa della realizzazione del grande parco Biblioteca degli alberi. Il giardino, ampio circa 1.200 metri quadrati, è il risultato del percorso partecipato di ideazione e progettazione da tempo avviato da Comune di Milano, Consiglio di zona 9 e associazioni Ada Stecca, frutto del lavoro di agronomi, designer, associazioni e abitanti del quartiere Isola e di tutta Milano. All'interno del giardino ci sarà un nuovo pratone dove poter prendere il sole e fare un pic-nic, un "orto sinergico" con le colture del mondo di circa 150 mq, dove verranno coltivate semenze di diverse culture alimentari e piante selvatiche, una compostiera ideata da un artista e, di fronte alle gradinate del centro socio-culturale Stecca 3, verranno posizionate delle sedute con balle di paglia donate dalle cascine del Parco agricolo sud Milano. Sullo sfondo di questo paesaggio bucolico resta però lo scheletro del Rasoio, ecomostro di 14 piani in via De Castillia rimasto incompiuto dopo il fallimento della Imco di Salvatore Ligresti.

Il giardino rimarrà aperto fino al 31 ottobre

Il giardino, che a breve sarà circondato dal giallo delle spighe di grano dell'installazione dell'artista Agnes Denes – in via di maturazione, la mietitura è prevista a luglio -, rimarrà accessibile per la primavera, l'estate e l'autunno fino al 31 ottobre. Alla cerimonia di inaugurazione, prevista per sabato 18 aprile alle ore 15, sarà presente il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, la presidente del Consiglio di zona 9 Beatrice Uguccioni, oltre ai rappresentanti di Ada Stecca, Isolaingioco, Aiab Lombardia, Bricheco con società Ingre scrl, Fondazione Minoprio e Temporiuso.net. Tutti insieme, grandi e bambini, si darà inizio alla piantumazione e alla cura del giardino temporaneo.