Milano e la sua provincia mantengono il primato, tutt'altro che lusinghiero, del territorio con il maggior numero di reati denunciati in Italia. Lo rivela l'annuale classifica sulla criminalità nelle province italiane, elaborata dal quotidiano "Sole 24Ore" sulla base dei dati forniti dal dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell'Interno relativi al 2018. A Milano e provincia sono stati denunciati complessivamente oltre 228mila reati, 7.017 ogni 100mila abitanti. Il capoluogo della Lombardia mantiene un primato che aveva già conquistato lo scorso anno e anche negli anni precedenti, come ad esempio nel 2013.

A Milano i reati denunciati nel 2018 sono in calo rispetto al 2017

Ma i dati – che come ricorda la testata di Confindustria si riferiscono solo ai reati emersi sulla base delle segnalazioni delle forze dell'ordine – rivelano anche un aspetto positivo: i reati, infatti, anche nel 2018 sono in calo, nello specifico del 5,2 per cento rispetto all'anno precedente. Nel 2017 i reati denunciati nel capoluogo lombardo erano stati 7.237 ogni 100mila abitanti: nel 2013 il numero era pari addirittura a oltre 8.300. Il trend che evidenzia la diminuzione del numero di reati denunciati riguarda l'intera Penisola, anche se in proporzioni minori: in Italia nel 2018 sono stati denunciati infatti circa 6.500 reati al giorno, con un calo su base annuale del 2,4 per cento.

Criminalità, Milano maglia nera per furti con destrezza e negli esercizi commerciali

A fare compagnia a Milano sul podio dei territori italiani col maggior numero di reati denunciati nel 2018 sono le province di Rimini (6.430 reati denunciati ogni 100mila abitanti) e Firenze, dove il numero di 6,252 denunce è in questo caso in aumento rispetto all'anno precedente. Se si analizzano nel dettaglio le tipologie di reato, si vede come Milano sia in cima alla classifica in Italia per quanto riguarda le denunce di furti con destrezza (895 ogni 100mila abitanti) e furti all'interno di esercizi commerciali (311 denunce), mentre risulta al secondo posto per quanto riguarda le rapine (101 denunce), i furti con strappo (63) e le truffe e frodi informatiche (523 denunce). Il capoluogo lombardo spicca anche per reati particolarmente gravi: è terza in classifica per quanto riguarda gli infanticidi e le estorsioni, mentre risulta al quarto posto per quanto riguarda le denunce di violenze sessuali (quasi 15 denunce ogni 100mila abitanti).

Nel 2018 Milano città più insicura, ma anche quella in cui si vive meglio

L'indice sulla criminalità delle province italiane verrà utilizzato come ogni anno dal Sole 24Ore per stilare, a dicembre, la classifica sulla Qualità della vita, indagine giunta quest'anno alla sua trentesima edizione e che nel 2018 per la prima volta aveva premiato proprio Milano: segno di come "leggere" una città e il suo territorio sia molto complesso e vada oltre ai parametri relativi solo alla sicurezza.