Le scintille nel punto zero del deragliamento di Pioltello dello scorso gennaio
in foto: Le scintille nel punto zero del deragliamento di Pioltello dello scorso gennaio

Già tre e sette giorni prima della strage ferroviaria di Pioltello, alle porte di Milano, nel cosiddetto "punto zero" del deragliamento si verificarono delle scintille al momento del passaggio di un treno. È quanto documentato da un filmato inedito pubblicato dal Tg3 Milano. Le immagini sono state riprese dalla telecamera di sicurezza di una ditta che si trova della zona orientata 24 ore su 24 proprio sul "punto zero", quello dove si trovava il giunto in pessimo stato di manutenzione il cui cedimento provocò probabilmente (l'inchiesta è ancora in corso) il distacco di un pezzo di rotaia lungo 23 centimetri che causò il deragliamento del treno regionale Milano-Cremona, tragedia nella quale tre donne persero la vita e una cinquantina di persone rimasero ferite.

La telecamera ha ripreso anche due sopralluoghi e il momento del deragliamento

La strage ferroviaria di Pioltello risale al 25 gennaio di quest'anno: i filmati diffusi dal Tg3 mostrano scintille al passaggio dei treni sia il 18 sia il 21 gennaio. La stessa telecamera ha documentato anche alcuni operai di Rete ferroviaria italiana (una delle due società con Trenord indagate assieme ai rispettivi responsabili nell'inchiesta per disastro ferroviario colposo della procura di Milano) intenti a controllare la linea proprio nel "punto zero", dove a fine novembre era stata posta una zeppa di legno per sostenere il giunto in cattive condizioni. Questi controlli risalgono a 15 e 13 giorni prima della strage. Anche il momento del deragliamento è documentato dalla telecamera: nei filmati si vede il drammatico momento in cui il treno regionale Trenord Milano-Cremona sprigiona un bagliore e sobbalza all'altezza del terzo vagone, quello che effettivamente uscì dal binario e portò poi il treno ad accartocciarsi contro uno dei pali dell'alimentazione elettrica. Proprio nel terzo vagone viaggiavano le tre vittime.