Il rendering della nuova passerella pedonale
in foto: Il rendering della nuova passerella pedonale

Le zone di Porta Genova e Tortona, a Milano, tornano a essere collegate da una passerella pedonale. Sabato 18 febbraio, in occasione dell'apertura del nuovo passaggio, verrà organizzata una grande festa di quartiere a partire dalle ore 11, con un brindisi offerto a tutti i partecipanti. Il passaggio a raso attraversa la tratta finale dei binari dello scalo ferroviario di Porta Genova, collegando via Tortona con via Ventimiglia in corrispondenza dei due incroci con via Voghera da un lato e con la via privata Bobbio dall'altro. Il nuovo collegamento era diventato estremamente necessario da quando il vecchio ponte verde di ferro, il cosiddetto "ponte degli artisti", era stato chiuso per urgenti lavori di restauro: rischiava di fatto di crollare sotto il peso delle tante persone che lo percorrono, specie durante alcuni eventi in zona Tortona come il Fuorisalone.

I lavori hanno subito un lieve ritardo

I lavori della passerella hanno subito qualche ritardo a causa del grande freddo di gennaio. Il termine dei cantieri era previsto per fine gennaio, ma è slittato di un paio di settimane. La passerella si compone di un doppio percorso, pedonale e ciclabile, delimitato su entrambi i lati da portali e pannelli alti poco più di 2 metri, frutto della collaborazione tra Comune e gruppo Fs Italiane, attraverso le società Rete Ferroviaria Italiana (gestore dell’infrastruttura ferroviaria) e FS Sistemi Urbani (società che si occupa del patrimonio Gruppo).

Per procedere con i lavori si è dovuto attendere il via libera da parte della Sovrintendenza: il muro che delimita lo scalo, sul lato di via Tortona, è stato infatti dichiarato di notevole valore storico-architettonico. Il percorso ciclabile è realizzato con un conglomerato, mentre quello pedonale ha una pavimentazione in lastre di pietra che ricorda il basolato di via Tortona. Alla festa inaugurale parteciperanno gli assessori alla Mobilità, ai Lavori pubblici e al Commercio Marco Granelli, Gabriele Rabaiotti e Cristina Tajani, oltre al direttore di Produzione Lombardia di Rfi Vincenzo Macello e al presidente dell'associazione di Zona Tortona-Savona Federico Gordini.