"Il 2019 che salutiamo è stato un anno positivo per la nostra città, che sta vivendo una grande crescita. Il mio impegno per il 2020 sarà fare in modo che tutti possano beneficiare di questo momento". Il sindaco Beppe Sala in un video messaggio di auguri su Facebook ha fatto il punto sullo stato di salute di Milano, nell'anno che ha visto l'assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026, ma anche le polemiche sui mezzi pubblici e sul tema della casa e delle periferie. Non è un bilancio della sua amministrazione, spiega, "quelli li faremo alla fine del mandato", ma un elenco del cose fatte e di quelle ancora da realizzare. All'orizzonte ci sono le elezioni comunali del 2021, non imminenti, ma ormai in vista. "Io vado avanti con determinazione e dedizione – ha detto il primo cittadino -, giudicherete alla fine se sono stato un buon sindaco".

Sui trasporti stiamo facendo molto, ad Atm chiedo di migliorare il servizio

Sala rivendica i traguardi su mobilità e ambiente: "Stiamo facendo molto, rivendico l’area B, ci sono molti più bus elettrici. È vero che abbiamo variato il prezzo del biglietto, ma proteggendo le fasce deboli e ci sono il 40 per cento di abbonati in più". Ma non nasconde la necessità di fare di più e spiega: "Ad Atm chiedo di migliorare il servizio".

Nel 2020 uffici comunali spostati in periferia: impiegati a Bovisa e Corvetto

Su casa e periferia, altro tema delicato su cui si giocherà molto della sfida per le prossime elezioni comunali, Sala afferma che la sua amministrazione è in linea con i programmi: "Abbiamo promesso di recuperare 3mila alloggi a fine mandato, il passaggio doveva essere 1.500 a fine anno e ci siamo". L'impegno del sindaco per l'anno nuovo è quello portare gli impiegati comunali nelle periferie "per far vedere che ci siamo": il piano è di liberare "uffici pregiati centrali" e traslocare "con 2mila-2.500 nostri dipendenti tra Bovisa e Corvetto".

Due atti politici: la marcia con Liliana Segre e la visita di Mattarella

"Milano è sempre più attrattiva", ha aggiunto Sala, "tutto funziona ma bisogna avere cura anche delle micro cose, sulla cura della città e delle strade bisogna fare di più". Accanto alla "buona gestione" il primo cittadino ha ricordato che nel 2019 ci sono stati due "atti profondamente politici" come la marcia dei sindaci del 10 dicembre con Liliana Segre e la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 12 dicembre in consiglio comunale, per i 50 anni dalla strage di piazza Fontana.