Il 15 luglio 2019 debutta il nuovo sistema tariffario del trasporto pubblico nelle città di Milano e Monza e nelle rispettive province. Si tratta di una rivoluzione nel settore del trasporto pubblico locale: dal Sitam (il Sistema integrato tariffario dell’area milanese) si passa al Stibm (Sistema tariffario integrato del bacino di mobilità). Per i milanesi la novità è stata riassunta nel "biglietto a due euro" per i mezzi pubblici: metro, tram e bus. In realtà però sono tante le modifiche al sistema in vigore finora, novità con le quali si dovrà familiarizzare in fretta. Le principali riguardano le nuove zone tariffarie che determinano i nuovi costi del biglietto singolo e, in alcuni casi, degli abbonamenti. Per rispondere alle domande che gli utilizzatori dei mezzi pubblici a Milano e nell'hinterland si stanno ponendo sul nuovo sistema di tariffe Atm ha lanciato anche una campagna di comunicazione sul proprio sito web.

Le nuove zone tariffarie

Il bacino nel quale sono validi i nuovi biglietti è suddiviso in nove zone, ciascuna con un proprio codice identificativo (da Mi1 a Mi9). Oltre che le intere province di Milano e Monza Brianza, le zone abbracciano comuni che si trovano in altre province lombarde: Bergamo, Varese, Como, Lecco, Pavia e Lodi. La città di Milano è inclusa in una vasta area che racchiude tre zone (da Mi1 a Mi3): oltre all'intero territorio milanese questa zona comprende i 21 Comuni che confinano con il capoluogo (che sono nel dettaglio: Assago, Baranzate, Bollate, Bresso, Buccinasco, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Novate Milanese, Opera, Pero, Peschiera Borromeo, Rozzano, San Donato Milanese, Segrate, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese e Vimodrone) oltre alla stazione della metropolitana di Rho Fieramilano. Le altre zone, concepite come fasce concentriche larghe circa cinque chilometri partendo da Milano, situata al centro del sistema, vanno da Mi4 (che comprende, tra gli altri, comuni come Monza, Brugherio, Pioltello, San Giuliano Milanese, Trezzano sul Naviglio, Rho e Paderno Dugnano) fino a Mi9, la più lontana: in questa fascia si trovano i comuni di Nosate, Turbigo, Robecchetto con Induno, Castano Primo, Vanzaghello, Magnago.

Le nuove zone tariffarie (Foto: Atm)
in foto: Le nuove zone tariffarie (Foto: Atm)

Biglietto singolo a 2 euro, le novità

Per viaggiare dal proprio comune a un altro bisogna considerare il numero di zone da attraversare, fermo restando che la tariffa minima comprende sempre almeno due zone: di conseguenza, anche per muoversi all'interno del proprio comune di residenza o tra comuni che appartengono alla stessa zona tariffaria si dovrà acquistare un biglietto valido almeno per due zone, il cui costo è di 1,60 euro. Il costo minimo del biglietto singolo dei mezzi pubblici all'interno del Stibm va dunque da 1,60 a due euro. Il ticket da 1,60 euro comprende due zone tariffarie: per ogni zona tariffaria aggiuntiva il prezzo aumenta di 40 centesimi. A Milano (che come abbiamo visto comprende tre zone tariffarie), il biglietto singolo dei mezzi pubblici costa dunque come minimo 2 euro: a differenza del passato consentirà di raggiungere anche luoghi (come Rho-Fiera, Sesto Primo maggio, Cologno Nord o Assago forum) per i quali prima serviva il biglietto da 2,5 euro. Facendo un altro esempio: se da Milano si vuole raggiungere un Comune della fascia tariffaria Mi9 (la più lontana) il biglietto singolo costerà invece 4,40 euro. Le tariffe per chi viaggia da Milano nell'hinterland, per quanto riguarda il biglietto singolo, saranno dunque sempre comprese tra due e 4,4 euro.

Quanto tempo è valido il biglietto singolo?

Il periodo di validità dei biglietti singoli varia a seconda del numero di zone da attraversare. Si va dai 75 minuti di validità per i ticket che comprendono due zone (a partire però dalla prima all'infuori della fascia che comprende Milano, dunque la Mi4), fino ai 180 minuti per il biglietto che copre tutte le nove fasce tariffarie, da Mi1 a Mi9. A Milano città il biglietto singolo avrà una validità minima di 90 minuti. In generale, a ogni fascia tariffaria aggiunta corrispondono 15 minuti in più di validità del ticket. Il periodo di validità parte dal momento della prima convalida del ticket.

Quanti viaggi si possono fare con un biglietto?

A differenza di quanto avveniva prima, all'interno del periodo di validità del biglietto singolo si potranno fare più corse in metropolitana, anche uscendo e rientrando dai tornelli. Con lo stesso biglietto, se il tempo naturalmente lo consente, si potranno dunque fare viaggi di andata e ritorno. I titoli di viaggio del nuovo sistema tariffario Stibm saranno validi sia su tutti i mezzi pubblici Atm (metro, autobus e tram), sia sulle linee di trasporto pubblico extraurbane delle diverse aziende di trasporto attive sul territorio di riferimento.

Cosa succede ai vecchi biglietti Atm e delle altre aziende?

Cosa succede per chi è in possesso di biglietti o abbonamenti vecchi emessi da Atm o dalle altre aziende di trasporto incluse nel nuovo sistema tariffario? I biglietti acquistati prima del 15 luglio 2019 potranno essere utilizzati entro 90 giorni, quindi fino al 12 ottobre 2019. Per quanto riguarda gli abbonamenti, invece, quelli emessi prima del 15 luglio 2019 manterranno la loro validità territoriale e potranno dunque essere utilizzati fino alla loro naturale scadenza.

Abbonamenti Atm Milano: cosa cambia

Oltre al biglietto ordinario, nel nuovo sistema tariffario saranno disponibili a Milano il carnet 10 biglietti, il biglietto giornaliero, il biglietto per tre giorni e gli abbonamenti. Il carnet 10 biglietti vale solo per le tre zone cittadine (da Mi1 a Mi3) e costa 18 euro. Può essere usato solo sui mezzi pubblici di Atm e Trenord ed è personale. Il biglietto giornaliero vale 24 ore a partire dalla convalida: il suo costo varia da 5,60 euro (per viaggiare in due zone, esclusa quella che comprende Milano) ai 15,50 euro per viaggiare, senza limiti di corse, in tutte le nove zone tariffarie. A Milano città il biglietto giornaliero costa 7 euro. Il costo del biglietto valido per tre giorni varia da 9,60 euro (per viaggiare in due zone, escluse quelle che comprendono Milano) ai 26,5 euro per viaggiare, senza limiti di corse, in tutte le nove zone tariffarie. A Milano città il biglietto valido per tre giorni costa 12 euro.

Tutti gli abbonamenti in vendita

Per quanto riguarda gli abbonamenti, a Milano restano in vendita l'abbonamento mensile urbano (al costo di 39 euro) e l'annuale urbano (al costo di 330 euro): i limiti di utilizzo sono i vecchi tratti urbani (quindi non si può viaggiare nell'hinterland). A questi abbonamenti, col nuovo sistema tariffario si aggiungono quelli calibrati sulle nuove zone tariffarie. Il costo dell'abbonamento settimanale varia dai 13,5 euro (per viaggiare in due zone, esclusa Milano città), ai 37,5 euro per viaggiare in tutte le zone. A Milano città l'abbonamento settimanale ha un costo di 17 euro. Il costo dell'abbonamento mensile varia dai 40 euro (per viaggiare in due zone, esclusa Milano città), agli 87 euro per viaggiare in tutte le zone. A Milano città (nelle tre zone tariffarie da Mi1 a Mi3) l'abbonamento mensile ha un costo di 50 euro. L'abbonamento annuale, infine, varia dai 368 euro (per viaggiare in due zone, Milano esclusa) ai 761 euro per spostarsi in tutte le nove zone tariffarie. A Milano città il nuovo abbonamento annuale costa 460 euro. In tutti i casi gli abbonamenti consentono un numero illimitato di viaggi all'interno del periodo di validità: i titoli di viaggio devono essere caricati sull'apposita tessera elettronica che costa 10 euro ed è valida per quattro anni.

Sconti e agevolazioni sugli abbonamenti

Sono previsti diversi sconti e agevolazioni per under 26, over 65 e persone che appartengono a famiglie con Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a seimila euro. Per gli under 26 e gli over 65 il costo dell'abbonamento è scontato del 25 per cento rispetto al prezzo pieno (il mensile può variare dai 30 ai 67 euro e l'annuale può costare tra i 276 e i 571 euro a seconda delle zone tariffarie prescelte). Per le persone con Isee inferiore a seimila euro lo sconto (applicato solo sull'abbonamento annuale) è dell'85 per cento: il titolo di viaggioi potrà dunque avere un costo compreso tra 55 e 114 euro. I ragazzi minori di 14 anni, anche non accompagnati, viaggiano gratis.