L’esultanza della delegazione italiana a Losanna
in foto: L’esultanza della delegazione italiana a Losanna

Le Olimpiadi invernali 2026 si svolgeranno a Milano e Cortina d'Ampezzo. La candidatura italiana ha ottenuto la maggioranza dei voti nel corso della sessione del Comitato internazionale olimpico a Losanna. L'accoppiata Milano-Cortina ha ottenuto 47 voti contro i 34 di Stoccolma-Aare, con un solo astenuto: la decisone del Cio e' stata presa al primo scrutinio.

Un boato all'annuncio del presidente del Cio

L'annuncio del presidente del Cio Thomas Bach, che alle 18 ha aperto la busta con il nome della candidatura vincente, è stato accolto da un boato nella SwissTech Convention Center di Losanna e dall'entusiasmo di centinaia di milanesi che si erano riuniti per assistere alla proclamazione davanti al maxischermo installato in piazza Gae Aulenti a Milano. Grande festa in piazza anche a Cortina dove le Olimpiadi torneranno a settant'anni dai Giochi del 1956. Cortinesi, giovani e anziani, alcuni in abiti tradizionali ampezzani, e turisti hanno festeggiato insieme con l'Inno di Mameli e stappando bottiglie di spumante.

I Giochi invernali 2026 sono stati assegnati con il quorum più basso di sempre. A esprimersi sono stati infatti 82 delegati del Cio, visto che il presidente Thomas Bach si è astenuto dal voto, quattro sono assenti giustificati, tre sono sospesi o autosospesi e non hanno votato né i due membri svedesi né i tre italiani. Il voto era iniziato alle 16 dopo le presentazioni ufficiali delle due candidature.

Salvini: Vincono l'Italia e il futuro

"Vincono l'Italia, il futuro e lo sport: grazie a chi ci ha creduto fin da subito, soprattutto nei Comuni e nelle Regioni, e peccato per chi ha rinunciato. Ci saranno almeno cinque miliardi di valore aggiunto, 20mila posti di lavoro, oltre a tante strade ed impianti sportivi nuovi: con le Olimpiadi invernali confermeremo al mondo le nostre eccellenze e le nostre capacità", è il primo commento del vicepremier Matteo Salvini. "Sono emozionato e molto soddisfatto. Fin dall'inizio, tutti insiemi, ci abbiamo creduto, e questo è il premio alla caparbietà e alla professionalità di una squadra forte, tenace e preparata", esulta anche il presidente della Lombardia Attilio Fontana.

Il premier Conte: Siamo orgogliosi

"Siamo orgogliosi di questo grande risultato! Ha vinto l'Italia: un intero Paese che ha lavorato unito e compatto con l'ambizione di realizzare e offrire al mondo un evento sportivo memorabile", ha scritto su Twitter il premier Giuseppe Conte. La delegazione italiana, guidata dal premier, aveva fatto il suo ingresso nel salone dello SwissTech Convention Center di Losanna attorno alle 15, scandendo il coro ‘Italia, Italia'. “Da quando lo sport ha assunto una dimensione planetaria, sono innumerevoli gli sportivi che hanno reso grande lo sport italiano nel mondo”, aveva ricordato dal palco il presidente del Consiglio, “consentendo al nostro Paese di essere un riferimento indiscusso e un modello, per il suo inconfondibile stile anche nel nostro modo di fare sport”.

Malagò e Pancalli: Saranno Olimpiadi per tutti

“Saranno Giochi per tutti, inclusi atleti, spettatori, residenti, stakeholders", ha assicurato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, parlando in duetto con il numero uno del comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli. Dal palco sono intervenuti anche il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e il governatore del Veneto, Luca Zaia. "Abbiamo preparato Giochi sostenibili sul piano ambientale", ha assicurato Sala, ricordando anche l'esperienza di Expo e sottolineando che "ventimila volontari sono già pronti e nessuna città ha il nostro stesso consenso popolare". "Sarà un enorme privilegio poter presentare al mondo un patrimonio dell'Unesco come le Dolomiti", ha aggiunto Zaia.

Il videomessaggio di Mattarella

La presentazione è stata accompagnata da un videomessaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “In un teatro alpino di straordinaria bellezza, l'Italia, con la sua antica tradizione di ospitalità è pronta ad accogliervi. Un grande entusiasmo farà sentire a casa propria tutti gli atleti e gli spettatori che interverranno, confermando lo sport come veicolo di amicizia, di pace e di fratellanza tra i popoli", ha detto il capo dello Stato.

Sofia Goggia ha ricordato l'oro di Pyeongchang

Nel corso della presentazione la stella dello sci azzurro Sofia Goggia ha ricordato le Olimpiadi invernali di Pyeongchang, quando ricevette la medaglia d'oro proprio dal presidente del Cio Bach. "Ero un po' confusa, forse più di ora", ha detto stella dello sci azzurro strappando un sorriso al numero uno del Comitato olimpico.