Epic fail del MoVimento 5 stelle Lombardia. Ieri, subito dopo l'assegnazione a Milano e Cortina d'Ampezzo delle Olimpiadi invernali del 2026, sulla pagina Facebook del MoVimento era apparso un post in cui il M5s definiva i Giochi olimpici una "vittoria del M5s". Il tutto corredato da un'emblematica immagine che ribadiva come, secondo il M5s, dietro il successo del ticket Milano-Cortina a Losanna vi fossero i Cinque stelle: "Il nostro Paese è tornato protagonista in ambito internazionale grazie a un Governo capace di convincere – scrivevano i M5s lombardi in una nota a firma del consigliere Dario Violi -. Abbiamo un progetto a basso impatto ambientale e diffuso sul territorio. Grazie a noi e alle nuove linee guide del Cio non saranno le Olimpiadi degli sprechi, del cemento e delle speculazioni".

Il post aveva provocato una pioggia di critiche

Il post, già segnalato ieri da Fanpage, non è passato inosservato. In poche ore sono stati centinaia i commenti e le reazioni a quello che, a molti, è sembrato un tentativo molto maldestro di salire sul carro dei vincitori. Non è un mistero infatti che il MoVimento 5 stelle, fin dalla sua fondazione, abbia sempre avuto un atteggiamento di scetticismo (quando non proprio di chiusura) nei confronti delle grandi opere (si veda la Tav) e delle grandi manifestazioni internazionali, Olimpiadi incluse. Torino e Roma, amministrate dalle sindache Cinque stelle Chiara Appendino e Virginia Raggi, hanno rinunciato rispettivamente a candidare le proprie città per le Olimpiadi invernali del 2026 e per i Giochi olimpici estivi del 2024, per motivazioni diverse, ma sempre in qualche modo connesse con l'equazione che grandi opere significhino grandi sprechi. Ecco perché, di fronte al post del M5s, si è scatenata l'ironia di molti commentatori: "chi vi ha clonato la pagina?", "imbarazzanti", "che vergogna", sono stati alcune dei commenti, molti scritti anche da esponenti del Pd milanese e lombardo come Pietro Bussolati, l'assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno e la segretaria del Pd Milano Silvia Roggiani.

Alla fine il post è stato rimosso

Il M5s lombardo aveva provato in un primo momento, di fronte all'ondata di commenti negativi, a giustificare il post chiarendo che, a differenza del MoVimento nazionale, non era mai stato ideologicamente contrario alle Olimpiadi, ma aveva semplicemente chiesto che tutta l'operazione fosse sostenibile e a costo zero per il governo: "Se non ci sono oneri per lo Stato, il M5s Lombardia sosterrà la candidatura di Milano e Cortina per ospitare i Giochi invernali proposta dai governatori di Veneto e Lombardia Luca Zaia e Attilio Fontana", scriveva oltre un anno fa Dario Violi, allora candidato per il M5s alle Regionali. Da qui a intestarsi però il merito dell'intera operazione Olimpiadi (sulla quale la parte del governo rappresentata dal M5s è sempre stata più tiepida) ce ne passa. E allora ecco che, di fronte alla pioggia di critiche e commenti negativi, al MoVimento 5 stelle Lombardia non è rimasto altro da fare che rimuovere il post incriminato.