Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori
in foto: Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori

"Sentivo una buona aria in giro, sarebbe stato non dico più facile vincere al ballottaggio, ma i favori del pronostico sarebbero stati dalla nostra parte. Vincere subito sono 15 giorni di vita guadagnati e una grande soddisfazione per tutti". Quasi non crede nemmeno lui di avere vinto al primo turno. Giorgio Gori, rieletto sindaco di Bergamo con il 55,33 per cento dei consensi, si gode una vittoria alle elezioni comunali di Bergamo in netta controtendenza rispetto al dato delle elezioni europee che hanno visto trionfare la Lega di Matteo Salvini. A Bergamo, invece, il candidato del Carroccio, Giacomo Stucchi, si è fermato al 39,32 per cento. Molto indietro gli altri due candidati sindaco di Bergamo, Nicholas Anesa (Movimento 5 Stelle) e Francesco Macario, per la sinistra radicale.

Il messaggio di Gori: Grazie a chi mi ha dato fiducia

"Grazie ai cittadini che mi hanno rinnovato la loro fiducia e a quelli che in passato non mi avevano votato, e stavolta invece sì, tutti insieme onorandomi della loro stima e caricandomi di orgoglio e responsabilità. Tutti insieme sorprendendomi con questo risultato che non osavo sperare e che mi ha regalato una gioia grandissima", ha scritto Giorgio Gori sul Facebook dopo la vittoria. Il primo cittadino dem aveva detto prima del voto che sarebbe stato soddisfatto di essere davanti al primo turno, ma di non sperare in una vittoria prima del ballottaggio. "Grazie. Stasera è tutto quello che voglio dire. Ai miei compagni di lavoro e d’avventura – gli assessori che hanno condiviso i cinque anni di amministrazione della città; ai tanti collaboratori del Comune di Bergamo che in questi stessi anni hanno fatto ben più del loro “dovere”, condividendo un progetto e l’idea di un’amministrazione pubblica davvero al servizio dei cittadini; ai consiglieri uscenti, alle cinque liste della mia coalizione", ha aggiunto, "grazie infine alla mia meravigliosa famiglia, che è il dono più grande che io abbia ricevuto nella vita. Da qui ripartiamo, con ancora più energia e voglia di fare bene".

Stucchi ha ammesso la sconfitta: Complimenti al vincitore

I seggi per le elezioni comunali di Bergamo sono stati chiusi alle 23 di domenica 26 maggio e il conteggio dei voti è iniziato alle 14 di lunedì, per la concomitanza con le elezioni europee. Già dopo poche ore, con le prime proiezioni, il vantaggio di Gori è apparso netto e difficilmente colmabile. In serata per Gori sono scattati i festeggiamenti, mentre il rivale Stucchi ha riconosciuto la sconfitta, e ha fatti i complimenti all'avversario. "Grazie a tutti per averci provato, per averci creduto, per avermi sostenuto, per aver lavorato in questa campagna elettorale che sapevamo essere molto difficile e in salita essendo partiti solo a fine marzo – ha scritto Stucchi su Facebook – Ci abbiamo provato, non ci siamo mai risparmiati, abbiamo fatto tutto il possibile, stando fuori 15 ore al giorno, camminando dal mattino alla sera per incontrare i cittadini di ogni quartiere. Non potevamo fare di più, grazie ancora tutti. Complimenti al vincitore Giorgio Gori".