Il nuovo aspetto di via Abbiati a Milano
in foto: Il nuovo aspetto di via Abbiati a Milano

Sprazzi di colore sull'asfalto, panchine e oasi tra i muri sbrecciati delle case popolari. Il nuovo intervento di urbanistica tattica a Milano riguarda via Abbiati, strada nel quartiere di San Siro stretta tra palazzoni di edilizia popolare. A presentare la nuova veste della via sono stati questa mattina il sindaco Giuseppe Sala e quattro assessori: Marco Granelli (Mobilità), Lorenzo Lipparini (Partecipazione), Pierfrancesco Maran (Urbanistica) e Gabriele Rabaiotti (Casa). L'intervento si chiama GreenLivingLab San Siro e, come si evince dal nome, il verde e la sostenibilità vi occupano un ruolo centrale: vasche per il giardinaggio condiviso, nuove rastrelliere per biciclette, dissuasori a protezione delle aree riqualificate e contro la sosta irregolare che invadeva il marciapiede sono alcuni degli elementi del progetto di riqualificazione frutto di una collaborazione tra il Comune di Milano, il gruppo di Ricerca-Azione Mapping San Siro del Politecnico di Milano, il Municipio 7 e alcune associazioni come Temporiuso.net, Alfabeti Onlus, Genera, Imby e Retake Milano.

Trecento metri del marciapiede disegnati con vernice non indelebile

Trecento metri del marciapiede di via Abbiati sono stati disegnati con vernice non indelebile: disegni e geometrie sono stati realizzati per consentire a tutti i bambini della strada di giocare e divertirsi e strappare anche qualche sorriso agli adulti. A completare l'intervento saranno una serie di attività che verranno organizzate dalle associazioni che si prenderanno cura dello spazio, adesso incorniciato da due grandi scritte metalliche che ricordano l'importanza dei cittadini nel progetto: "Abbi cura", si può leggere infatti in via Abbiati. L'assessore alla Partecipazione Lipparini ha parlato di una strada che viene "restituita ai suoi residenti" grazie a due strumenti innovativi che da circa un anno il Comune di Milano sta utilizzando: "l’urbanismo tattico" e i "patti di collaborazione" per l’amministrazione condivisa dei beni comuni. Il primo intervento del genere aveva riguardato la pedonalizzazione di piazza Dergano: dopo alcune critiche, il nuovo aspetto della piazza è ormai entrato nel cuore di tutti i residenti della zona. L'assessore Rabaiotti è sicuro: "Attraverso l’intenso lavoro congiunto di tantissime realtà finalmente quest'area della città potrà tornare a vivere e animarsi portando un miglioramento della qualità della vita e della fruizione dello spazio pubblico a beneficio dei cittadini del quartiere".