Manuel Buzzini, il ragazzo trovato impiccato sabato: la ragazza abbracciata a lui è Sara Luciani: è scomparsa da venerdì (Facebook)
in foto: Manuel Buzzini, il ragazzo trovato impiccato sabato: la ragazza abbracciata a lui è Sara Luciani: è scomparsa da venerdì (Facebook)

C'era una terza persona in auto con Sara Luciani e Manuel Buzzini la sera dello scorso venerdì. Si tratta di un amico della giovane coppia che è stato ascoltato dagli inquirenti e che ha confermato di aver lasciato la 21enne Sara da sola in auto col fidanzato. La testimonianza, ritenuta attendibile, conferma purtroppo quella che è ritenuta l'ipotesi più plausibile: e cioè che, tra venerdì notte e sabato mattina, sia andato in scena un omicidio-suicidio. Sabato mattina infatti il 31enne Manuel Buzzini è stato trovato impiccato nel cortile della casa della nonna a Melzo, lo stesso Comune del Milanese in cui il 31enne e Sara vivevano assieme da circa un anno, nella casa dei genitori della ragazza. Ci sono però due dettagli che contrastano con quanto emerso in precedenza, e cioè che tra i due non ci fossero problemi: il primo è che il 31enne Manuel, che in passato aveva avuto problemi di tossicodipendenza, continuava a fare uso di droga. Il ragazzo avrebbe infatti sniffato cocaina venerdì sera proprio assieme all'amico della coppia, come riportato dal "Corriere della sera". Il secondo elemento è che Manuel aveva minacciato di morte Sara e in passato, come confidato dalla ragazza a un'amica, l'aveva anche picchiata: tra i due anche nell'ultimo periodo pare che proseguissero i litigi.

I primi esiti dell'autopsia hanno confermato che Manuel è morto per impiccagione. Continuano ormai da giorni le ricerche dell'auto del ragazzo, una Volkswagen Golf, che potrebbe racchiudere purtroppo anche il corpo di Sara: le ricerche sono concentrate sul canale della Muzza, una diramazione artificiale del fiume Adda, che hanno restituito al momento solo lo zainetto di Manuel. Il giovane, quando è stato trovato morto, aveva gli abiti bagnati fino al torace. Il sospetto è che possa essere finito volontariamente nelle acque del canale, con Sara al suo fianco. In assenza di certezze resta valida anche l'ipotesi di un incidente, anche se al momento il fascicolo dei pubblici ministeri Maria Letizia Mannella e Michela Bordieri è aperto per istigazione al suicidio.