Un ragazzo di 31 anni, italiano, è stato trovato morto impiccato nel cortile di casa della nonna a Melzo, comune in provincia di Milano. Quasi certamente si sarebbe tolto la vita. Risulta scomparsa la fidanzata di 21 anni. Da ieri i vigili del fuoco la stanno cercando con l'aiuto di un elicottero e dei sommozzatori. Le ricerche si concentrato lungo gli argini del canale Muzza, del fiume Adda e in alcune cave della provincia.

Stando a una primissima ricostruzione degli investigatori, alcuni testimoni avrebbero visto il 31enne uscire da casa con l'automobile, ritornare senza la vettura e con i vestiti bagnati. Le forze dell'ordine temono un caso di omicidio-suicidio. Riportava ieri il quotidiano locale Il Giornale di Lodi:

Ieri pomeriggio sulle sue tracce si sono messe diverse pattuglie di carabinieri, supportati anche dall’elicottero dell’Arma, che ha sorvolato più volte la zona, ma inutilmente. Le ricerche sono riprese questa mattina con l’ausilio anche di diverse squadre della Protezione civile, giunte da tutto il circondario.

Alle ricerche partecipano i carabinieri della Compagnia di Cassano d'Adda e la protezione civile. La 21enne si sarebbe allontanata da casa con il fidanzato, senza portare con sé il cellulare, a bordo di una Golf di proprietà del 31, ancora non ritrovata. Ai famigliari e conoscenti della coppia, stando a quanto riferiscono i carabinieri, non risultano problemi nella relazione tra i due.

Trovato il paraurti dell'automobile

I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno trovato il paraurti della Golf nei pressi della centrale idroelettrica di Paullo (Milano) lungo le sponde del Canale Muzza. Attraverso la targa le forze dell'ordine hanno verificato l'appartenenza del pezzo all'automobile del 31enne suicida. Ora i sommozzatori stanno concentrando le ricerche nei canali vicini per cercare di individuare e recuperare altre parti della vettura.