È stato trovato morto a New York, purtroppo, Andrea Zamperoni, 33 anni, chef originario di Lodi che lavorava al ristorante Cipriani Dolci all'interno della Grand Central Station, lo scalo ferroviario più grande e famoso della Grande Mela. Lo chef lodigiano, da meno di un anno a New York, non dava più notizie da sabato scorso, il 17 agosto, quando era improvvisamente scomparso alla fine del suo turno di lavoro: l'ultima volta era stato visto dai suoi coinquilini dell'appartamento nel Queens, come ha affermato il manager del ristorante al New York Post. Lunedì 19 agosto, quando Andrea non si era presentato al lavoro, i colleghi avevano allertato la polizia. Oggi, purtroppo però, è arrivato il tragico epilogo, anche se non sono ancora state rese note le circostanze della morte del 33enne lombardo. Sul corpo di Andrea Zamperoni sarà effettuata l'autopsia per far luce sulla vicenda, soprattutto sulle cause del decesso, che appaiono sospette, come affermano i media americani.

Il cordoglio di Cipriani Dolci

Lo chef 33enne, come detto, lavorava da meno di un anno nel ristorante della Grand Central Station di New York, ma aveva già lavorato per Cipriani Dolci a Londra. "Siamo addolorati di essere venuti a sapere che Andrea Zamperoni, amato membro del team di Cipriani per molti anni, è stato trovato morto. Abbiamo fiducia nel fatto che la polizia di New York farà tutto il possibile per indagare e fare chiarezza su questa tragica situazione" si legge in un comunicato diramato da Cipriani Dolci.