Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Immane tragedia quella avvenuta nel pomeriggio di oggi, sabato 29 giugno, a Motta Visconti, nella provincia di Milano, dove un uomo di 50 anni è stato trascinato via dalla corrente mentre nuotava nel fiume Ticino. Stando a quanto si apprende, l'uomo si trovava in riva al fiume insieme alla famiglia, dove stava cercando un po' di refrigerio dalla calura di quest'oggi, quando è stato travolto dalla furia dell'acqua. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso, che stanno scandagliando il fiume nel tentativo di recuperare il corpo del 50enne: fino ad ora, le ricerche non hanno dato alcun esito.

Cadono nel Naviglio: un morto e un ferito

Una tragedia analoga si è consumata nella giornata di ieri, 28 giugno, a Robecco. Due ragazzi, che si trovavano in sella alle loro biciclette, sono improvvisamente caduti, per cause non ancora del tutto chiare, nel Naviglio Grande. Immediatamente sono partite le ricerche dei sanitari del 118, vigili del fuoco e carabinieri: poco dopo, purtroppo, uno dei due giovani, un 31enne, è stato trovato nel fiume privo di vita. Successivamente anche l'altro ragazzo, un coetaneo, è stato estratto dall'acqua: rianimato dai sanitari sul posto, è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale San Raffaele di Milano, dove è ricoverato in gravissime condizioni di salute.