Daniele Belardinelli
in foto: Daniele Belardinelli

MILANO – Emergono nuovi particolari sulla morte di Daniele Belardinelli, l'ultrà del Varese, 29 anni, morto durante gli scontri tra tifosi all'esterno dello Stadio San Siro prima della partita tra Inter e Napoli dello scorso 26 dicembre. Un video ripreso dalle telecamere di sorveglianza poste tra via Novara e via Fratelli Zoia e diffuso dalla polizia, mostra l'agguato degli ultrà di Inter e Varese, armati di spranghe e coltelli, ai tifosi del Napoli che poco dopo transitano a bordo di alcuni van. Le immagini, dunque, mostrano anche gli ultimi istanti di vita di Daniele Belardinelli, urtato da un'automobile poco dopo e poi investito successivamente da un'altra auto.

Chissà che la nuova testimonianza video non possa aiutare ulteriormente gli investigatori nelle indagini sulla morte dell'ultrà, anche se dalle immagini è difficile capire con precisione cosa sia accaduto, dal momento che gli ultrà hanno utilizzato fumogeni per tendere l'agguato ai tifosi del Napoli. Per la morte di Belardinelli sono indagate otto persone per omicidio volontario. Tra questi, i cinque tifosi partenopei a bordo della Volvo sequestrata a Napoli: sarebbe stata l'automobile, secondo gli inquirenti, ad investire e uccidere il tifoso lombardo.