Vuole "certezza delle pene" e anche una loro "intensificazione" il sindaco di Milano Beppe Sala per contrastare quella che a Milano è un'emergenza: la droga. Le parole di Sala sono arrivate ieri, all'indomani dell'agguato in via Cadore, zona Porta Romana, nel quale è rimasto gravemente ferito il 46enne Enzo Anghinelli. L'uomo, adesso in coma farmacologico al Policlinico, ha un passato (e forse anche un presente) nel mondo dello spaccio di droga: era stato arrestato più volte in passato e nel 2016 era uscito dal carcere dopo una condanna a 11 anni. Stando al suo avvocato aveva manifestato l'intenzione di uscire dal giro, ma a quanto sembra qualcuno lo voleva morto: cinque i colpi di pistola che due killer gli hanno esploso da uno scooter mentre Anghinelli era al volante della sua auto. Un proiettile gli ha trapassato il cranio, entrando dallo zigomo sinistro e uscendo da sopra all'orecchio destro. Anghinelli è miracolosamente sopravvissuto ma le sue condizioni, anche se stabili, sono molto gravi.

Proseguono le indagini sull'agguato: nel mirino i rapporti con gli ultras

"Chi spaccia va colpito anche più duramente perché questa è una battaglia che evidentemente è destinata a durare", ha detto ieri mattina il sindaco Sala durante la "colazione" con gli abitanti del quartiere Crescenzago. Secondo il primo cittadino milanese l'inasprimento delle pene e la certezza delle condanne è il primo punto per la lotta alla droga, un problema che nelle grandi città si sta intensificando anche per via dei prezzi bassi delle sostanze stupefacenti. Il sindaco ha poi parlato della necessità di "mantenere un controllo più alto", anche se non ha negato che in casi come quello di venerdì mattina "il controllo serve fino ad un certo punto". Intanto proseguono le indagini per cercare di individuare chi ha sparato ad Anghinelli: gli investigatori sono convinti che, nonostante le buone intenzioni professate dal 46enne, l'uomo fosse rientrato nel giro dello spaccio. Ma si indaga anche sui suoi rapporti col mondo della tifoseria organizzata del Milan.