Niente accordo tra Liberi e Uguali ed il Partito Democratico in Lombardia: alle regionali, i due partiti correranno da soli. Niente appoggio, dunque, a Giorgio Gori (PD) da parte di LeU, che correrà invece con un proprio candidato: si tratta di Onorio Rosati, il cui annuncio alla candidatura solitaria alla regione Lombardia ha innescato una vera e propria standing ovation da parte dell'assemblea lombarda, tenutasi questo pomeriggio.

"Questo è un problema politico, non personale", ha spiegato Rosati, "le differenze col Pd ci sono. Gori è una persona rispettabilissima, ma se Gori e il Pd vogliono discutere, lo si faccia su un piano di pari dignità, con un percorso condiviso. In questi mesi questo non c'è stato. Ci presenteremo", ha proseguito, "con un nostro simbolo, una nostra lista, un nostro candidato presidente e un nostro programma che presenteremo la prossima settimana". Domani partirà la raccolta di firme, ha fatto sapere LeU, per la presentazione della lista.