Continua a Milano il trend che vede i reati in calo. A fornire gli ultimi dati (che riguardano sia la polizia sia i carabinieri), relativi al 2018, è stato il neo questore del capoluogo lombardo Sergio Bracco. Crollano in particolare gli omicidi, diminuiti del 45,4 per cento in città rispetto al 2017. Ma sono in calo anche i furti (4,4 per cento) e le rapine (16,4 per cento). In totale nello scorso anno a Milano ci sono stati 142.703 delitti, il 4,2 per cento in meno rispetto all'anno precedente. Ed è un dato in tendenza anche rispetto a quanto registrato nel 2017, quando si era già verificato un calo dei reati rispetto all'anno precedente. Milano città sicura, dunque? Stando ai numeri sì, ma il questore ha sottolineato come non sempre i numeri incidano su un concetto controverso (e facilmente manipolabile) come la "sicurezza percepita": "Se poi il cittadino esce e ha paura bisogna comunque lavorare sulla percezione di insicurezza", ha spiegato Bracco, sottolineando anche come quest'ultima non dipenda solo dai reati: "La situazione delle periferie, il degrado, il disagio sociale e la paura del diverso", sono secondo il questore elementi che possono incidere sulla percezione che un milanese ha della sicurezza nella propria città.

Emergenza droga in città: aumentano i sequestri di stupefacenti

Nonostante il trend positivo raccontato dai numeri, c'è però un'emergenza che è il rovescio della medaglia di un'altra situazione fotografata dalle cifre: e cioè il problema legato alla droga a Milano. Oltre ai fatti di cronaca legati ai luoghi più famigerati del capoluogo lombardo (come il boschetto della droga di Rogoredo), a evidenziare questa emergenza sono appunto i numeri legati ai sequestri di stupefacenti: numeri in vertiginoso aumento, sempre secondo quanto reso noto dalla questura. Nello scorso anno infatti la quantità di droga sequestrata a Milano dalle forze dell'ordine è aumentata complessivamente del 63 per cento (2.017 chili), con un'impennata dei sequestri di droghe sintetiche (in aumento del 595 per cento rispetto al 2017), cocaina (più 587 per cento) ed eroina (in aumento del 184 per cento). E se i sequestri dimostrano sicuramente l'efficienza delle forze dell'ordine, i numeri testimoniano altresì quanto sia forte la "domanda" di stupefacenti nel capoluogo lombardo. Un elemento che deve assolutamente far riflettere.