L'impressione è che, adesso, valga davvero tutto. Si avvicinano le primarie di centrosinistra a Milano e sembrano assottigliarsi le distanze tra i due candidati considerati favoriti, Giuseppe Sala e Francesca Balzani. Effetto, soprattutto, dell'endorsement del sindaco Giuliano Pisapia alla vicesindaco. L'ultimo sondaggio, realizzato da Lorien Consulting e commissionato da Milano Arte Moda, fornisce questi dati: Giuseppe Sala al 40 per cento, Francesca Balzani al 22 per cento, Pierfrancesco Majorino al 18,7 per cento e Antonio Iannetta allo 0,2 per cento. Ma quando agli intervistati (619 persone su un campione complessivo di 3.800 cittadini) viene ricordato che il sindaco Pisapia ha apertamente scelto Francesca Balzani, lo scenario muta in maniera considerevole: Sala scende al 35 per cento, Balzani balza al 35,4 per cento, Majorino si attesta al 17,2 per cento mentre Iannetta resta stabile.

Balzani: "Una bellissima notizia che mi dà grande energia"

Ed è proprio su questi dati che arriva il commento entusiasta della vicesindaco: "Una bellissima notizia che mi dà grande energia", ha detto questa mattina alla trasmissione "L'aria che tira" in onda su La7 Francesca Balzani. Dando vita però a una polemica che è rimbalzata soprattutto sui social network, dove le bacheche di alcuni sostenitori dei candidati alle primarie hanno ospitato accese discussioni.

Ad essere messi in discussione sono stati soprattutto la composizione del campione e il fatto di aver "ricordato" successivamente agli intervistati l'enormemente del sindaco Pisapia. Senza entrare nei tecnicismi, dal documento completo sul sondaggio emerge chiaramente come dalle persone intervistate siano stati esclusi i sedicenni e i diciassettenni, che pure potranno votare alle prossime consultazioni del 6 e 7 febbraio. Un altro dato che balza agli occhi è come nel sondaggio sia stata posta una domanda su alcune polemiche che hanno riguardato in questi giorni uno dei candidati, Giuseppe Sala, non controbilanciate da altre riferite agli altri candidati.

Criticata la decisione di ricordare l'endorsement di Pisapia

Alcune critiche sono arrivate invece per la decisione degli intervistatori di ricordare l'endorsement del sindaco dopo la risposta secca sulle preferenze. Elemento che sembra non essere stato affatto preso bene dai sostenitori di Majorino: "Quindi è stato fatto un sondaggio essenzialmente per informare dell'endorsement?", ha chiesto ironicamente la compagna dell'assessore, Caterina Sarfatti, commentando un post sul sondaggio apparso sulla bacheca di Mirko Mazzali, capogruppo di Sel a Palazzo Marino e sostenitore di Francesca Balzani.

Il clima si è ormai infuocato: agli attacchi congiunti di Balzani e Majorino su Sala, si aggiungono le frecciate che i due attuali esponenti della giunta Pisapia (spesso attraverso i rispettivi sostenitori) si scambiano ormai quotidianamente. La giornata d'altronde era iniziata con questo post di Majorino su Facebook: "Ogni giorno un sostenitore di Francesca Balzani si sveglia e critica una mia proposta. Poi mi chiede di ‘fare sintesi'". Mentre successivamente non sono mancate le condivisioni, da parte dell'assessore alle Politiche sociali, di commenti critici nei confronti dell'ultimo sondaggio reso pubblico. La sintesi del clima che si respira tra i sostenitori dell'assessore la fornisce Filippo Del Corno, assessore alla Cultura e aperto supporter di Majorino: "Noi i sondaggi li facciamo giorno per giorno, strada per strada, persona per persona, guardando diretto negli occhi e parlando senza fare periodi ipotetici o domande barocche". L'impressione è che da qui al 6 febbraio se ne possano ancora vedere delle belle.