(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

C'è un incredibile sviluppo riguardo all'incidente stradale avvenuto nella notte tra sabato e domenica a Pero, alle porte di Milano. Il ciclista 24enne che è stato travolto da un'auto, guidata da una donna ubriaca, era infatti ricercato per omicidio in Perù. Ad accorgersi della circostanza sono stati gli agenti della polizia stradale che erano intervenuti subito dopo l'investimento. Il 24enne, cittadino peruviano, si trova adesso ricoverato all'ospedale Niguarda, dove è piantonato in stato di arresto. Il giovane nell'incidente ha riportato la frattura del bacino e altri traumi: ma soprattutto ha perso la sua "copertura" e adesso dovrà scontare la condanna a 15 anni di reclusione per un omicidio commesso in patria, in concorso con un'altra persona. Dopo il decorso ospedaliero il ragazzo sarà estradato in Perù: a occuparsi delle pratiche sarà la procura generale della Corte d’Appello di Milano.

L'incidente che ha tradito il 24enne è avvenuto sabato notte

L'incidente che ha fatto finire in arresto il 24enne è avvenuto sulla strada statale 33 del Sempione nel tratto che si trova nel territorio comunale di Pero, nell'hinterland di Milano. Il 24enne stava percorrendo in bici la statale quando è stato travolto da un'auto, una Panda, sulla quale viaggiavano cinque persone, una ragazza di 23 anni e quattro suoi amici. La giovane era alla guida dell'auto ed era in stato di ebbrezza al momento dell'incidente, che sarebbe avvenuto a quanto pare per via di un sorpasso azzardato. Il ragazzo era stato soccorso in codice rosso e trasportato in condizioni critiche all'ospedale Niguarda. Solo dopo alcuni accertamenti è emerso che il 24enne era ricercato dall'Interpol per una sparatoria avvenuta nel giugno 2018 nella sua città di nascita, Callao, nel corso della quale era rimasto ucciso un uomo.