Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un bambino di due anni e mezzo ha bevuto del detersivo pensando fosse acqua. L'incidente domestico dalle conseguenze potenzialmente letali è avvenuto ieri sera attorno alle 18 a Mortara, in provincia di Pavia. Il piccolo per cause da accertare ha ingerito la sostanza chimica e si è sentito male. I genitori hanno subito dato l'allarme e sul posto, in via Lomellina, sono intervenute due ambulanze, un'automedica e un elicottero. Il bambino è stato trasportato proprio con l'elisoccorso all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove'è stato ricoverato in codice giallo: le sue condizioni sono gravi ma fortunatamente il piccolo non sarebbe in pericolo di vita. Resta adesso da capire come sia potuto accadere l'incidente: la dinamica ed eventuali responsabilità dovranno essere accertate dai carabinieri.

Il precedente il giorno prima a Seregno: la casa è ricca di insidie

L'episodio conferma l'importanza di prestare la massima attenzione alla sicurezza tra le pareti domestiche. La casa è infatti potenzialmente ricca di insidie, specie per i bambini. Soltanto il giorno prima dell'incidente di Mortara un episodio simile era avvenuto a Seregno, in provincia di Monza e Brianza: in quel caso era stato un bimbo di un anno e mezzo a bere per sbaglio del detersivo mentre la nonna era impegnata in faccende domestiche. L'anziana fortunatamente aveva avuto la prontezza di far rigurgitare il nipotino in maniera da evitare gravi conseguenze. Il bambino, finito in ospedale assieme alla nonna (colta da malore), era poi stato dimesso.