"Non avrei mai pensato che Chiara potesse essere l'assassina, mi sembrava una cosa talmente irreale che non ci credevo". Sono le parole di Stefano Del Bello, marito di Stefania Crotti, brutalmente uccisa a Gorlago nel Bergamasco dopo essere stata attirata in una trappola e trovata carbonizzata nel Bresciano. L'uomo ha parlato ai microfoni di NewsMediaset della perdita della moglie, una tragedia che ha colpito profondamente la sua famiglia. "Ho detto la verità alla bimba" continua Del Bello, raccontando come prosegue la vita quotidiana dopo la morte di Stefania. Poi ha aggiunto: "Si è messa una foto della mamma nel pigiamino ed è andata a letto così perché diceva che le mancava".

Resta in carcere l'assassina di Stefania Crotti

Intanto resta in carcere a Brescia Chiara Alessandri, la 44enne originaria di Rho accusata di aver ucciso la 42enne Stefania Crotti dopo averla attirata in una trappola e di averne bruciato il corpo. La vittima infatti, se è recata nell'abitazione della donna con l'inganno: avrebbe ricevuto infatti un biglietto, che Stefania pensava fosse da parte del marito. Il giudice ha convalidato il fermo della donna che continua a negare di aver bruciato il corpo di quella che considerava una sua rivale in amore, sostenendo di averla uccisa al culmine di un litigio. L’autopsia ha rivelato che Alessandri ha colpito la vittima con quattro martellate: non è chiaro se la donna fosse già morta quando è stata bruciata.