20.454 CONDIVISIONI
Coronavirus
1 Giugno 2020
16:06

Nessun paziente covid in terapia intensiva a Mantova: trasferito l’ultimo malato, torna la normalità

Il reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Mantova non ha più pazienti positivi al covid dopo che l’ultimo malato grave con coronavirus è stato trasferito. Nei giorni scorsi anche i presìdi di Cremona, dell’Asst Milano Nord e di Bergamo est e ovest avevano annunciato la normalizzazione delle proprie rianimazioni che possono essere ora sanificate, riorganizzate e riaperte per la ripresa delle normali attività.
A cura di Simone Gorla
20.454 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Non ci sono più pazienti covid nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Mantova. Un'altra buona notizia arriva da uno dei presìdi lombardi colpiti duramente dall'epidemia di coronavirus. Lo riporta la Gazzetta di Mantova, spiegando che la sera di sabato 30 maggio l'ultimo paziente ricoverato in rianimazione, un uomo di 69 anni, è stato trasportato in un altro reparto. Si realizza così l'atteso ritorno alla normalità anche al Carlo Poma.

A Mantova trasferito l'ultimo paziente dal reparto di rianimazione

Calo dei pazienti ricoverati in tutta la Lombardia (stando all'ultimo bollettino sono 3.130 in tutta la regione, di cui 179 in terapia intensiva) molti reparti sono ora liberi dal coronavirus e possono essere sanificati, riorganizzati e riaperti per la ripresa delle normali attività. Molte sale operatorie che erano state convertite in corsie per i malati covid-19 tornano ora a disposizione per gli interventi che da marzo erano stati differiti. Negli ultimi giorni anche all'ospedale di Cremona è stato dimesso l'ultimo paziente positivo al virus che si trovava in terapia intensiva.

Covid free anche le rianimazioni di Cremona, Milano nord e Bergamo est-ovest

Poi è stata l'Asst Milano Nord a comunicare che nei nosocomi di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo non c'erano più malati con coronavirus in rianimazione. Già a metà maggio le Aziende socio sanitarie territoriali di Bergamo Est e Ovest avevano annunciato che non c’era più nessun paziente affetto da Covid-19 ricoverato in terapia intensiva. Le due Asst comprendono strutture, come gli ospedali di Seriate, Treviglio e Alzano Lombardo, che hanno fronteggiato in prima linea la fase più acuta dell’emergenza.

20.454 CONDIVISIONI
25917 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni