Nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Cremona non ci sono più pazienti covid-19. Dopo mesi di drammatica emergenza, in cui i posti letto nel reparto sono passati da 8 a 52 per poter curare l'enorme numero di malati gravi in arrivo, finalmente è avvenuto l'atteso ritorno alla normalità. L'ultimo paziente positivo al coronavirus è stato infatti trasferito in Pneumologia in attesa di poter tornare a casa e proseguire la convalescenza.

Cremona, nessun paziente covid nel reparto di terapia intensiva

La provincia di Cremona è stata tra le prima e più gravemente colpite dalla pandemia. Per fare fronte alla necessità di intubare molte persone arrivate in condizioni gravi al pronto soccorso, sale operatorie e altri ambienti erano stati trasformati in terapie intensive. Me nemmeno questo era bastato, nelle settimane del picco massimo di contagiosità. Tanto che era stato necessario allestire un ospedale da campo nel parcheggio della struttura, grazie all'intervento della ong statunitense Samaritan's Pursue. Oggi tutto questo non è più necessario, per fortuna. Il contagio ha rallentato anche in questo territorio: ieri a Cremona i nuovi casi registrati erano solo 4.

Ma i medici e gli infermieri non hanno dimenticato i giorni più duri, quando il personale era stremato (aveva fatto il giro del mondo la foto di un'infermiera accasciata sulla scrivania) e continuano a predicare prudenza e l'uso di dispositivi di sicurezza.

Anche a Crema torna la normalità: smantellato l'ospedale da campo dell'esercito

Anche a Crema intanto è avvenuto un passaggio simbolico importante, con la chiusura dell'ospedale allestito dall'esercito dove hanno lavorato per settimane medici e infermieri della brigata cubana. Anche lì non ci sono più pazienti e le tende possono essere smontate, dopo la cerimonia di ammaina bandiera.