Una donna è stata fermata e interrogata dalla polizia di New York che indaga sulla morte di Andrea Zamperoni, lo chef lodigiano del ristorante Cipriani Dolci a Gran Central Station trovato senza vita dopo che amici e colleghi non avevano sue notizie da giorni. Il corpo del 33enne era avvolto in una coperta all'interno di una camera d'ostello nel Queens, il quartiere dove abitava con un coinquilino. Cbs News ha trasmesso le immagini di una telecamera di sicurezza che mostrano una donna in manette che viene fatta salire in un'auto della polizia.

Morto a New York lo chef Andrea Zamperoni: fermata e interrogata una donna

La donna è stata interrogata dalla polizia, non è chiaro al momento se da sospettata o come testimone. Un'altra persona che era presente nell'ostello ha riferito agli agenti di aver sentito urla. Si attendono risultati dell'autopsia sul corpo del giovane chef. La struttura in cui è stato ritrovato il corpo di Zamperoni è il Kamway Lodge, un ostello che i media statunitensi definiscono malfamato in quanto al centro di giri di droga e prostituzione.

Andrea Zamperoni, la Procura di Lodi apre un'inchiesta, lutto cittadino a Casalpusterlengo

La procura di Lodi, intanto, ha confermato che aprirà un fascicolo sul caso. Un atto che permetterà "di chiedere ufficialmente informazioni all'autorità competente estera per poter capire meglio che cosa è successo", ha spiegato il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro. Ora si attende la formalizzazione della denuncia della madre di Zamperoni, che sarà sentita dai pm nei prossimi giorni. Il sindaco di Casalpusterlengo, Elia Delmiglio, ha indetto una giornata di lutto cittadino che in concomitanza dei funerali, che si terranno in Italia.

Chi era Andrea Zamperoni

Andrea Zamperoni, 33 anni, originario di Zorlesco, frazione di Casalpusterlengo, era il capo chef del Cipriani Dolci, locale che si trova all'interno del più importante scalo ferroviario di New York. Il suo sodalizio con i ristoranti del patron Arrigo Cipriani durava da circa dieci anni: aveva lavorato in altri ristoranti del gruppo prima di spostarsi nella Grande Mela. I colleghi e gli amici lo stavano cercando da giorni. Era scomparso sabato sera, a quanto emerge dopo essere uscito dal suo appartamento e salito su un'auto probabilmente prenotata con Uber. Domenica non aveva chiamato a casa e lunedì non si era presentato al lavoro, circostanza per lui molto insolita. In una nota il gruppo Cipriani ha espresso il proprio dolore per l'accaduto: "Abbiamo tristemente appreso che Andrea Zamperoni, rispettato e amato membro del team Cipriani per molti anni che era scomparso domenica scorsa, è stato trovato morto. La famiglia di Andrea è nei nostri pensieri e nelle nostre preghiere e rispetteremo la loro privacy durante questo periodo difficile. Andrea era responsabile, generoso, gentile e un grande lavoratore e ci mancherà molto. Confidiamo che la polizia di New York farà tutto il possibile per chiarire questa tragica vicenda".