Pronto Soccorso dell’ospedale Niguarda di Milano
in foto: Pronto Soccorso dell’ospedale Niguarda di Milano

Un ragazzo di 25 anni è stato arrestato dalla polizia per furto a Milano. Gli agenti del commissariato Comasina lo hanno sorpreso all'esterno dell'ospedale Niguarda mentre il giovane con un oggetto metallico infrangeva i vetri delle automobili parcheggiate per rovistare all'interno e asportare oggetti di valore. Quella che sarebbe una normale notizia di cronaca, assume un rilievo diverso in questi giorni di emergenza a causa del Coronavirus. Il giovane rubava infatti nelle auto di chi in questo momento sta cercando di salvare le vite a persone affette dal Covid-19, come medici e infermieri, o nelle vetture di alcune delle persone alle prese con il Coronavirus.

Il ladro aveva rovistato già in nove auto parcheggiate fuori dall'ospedale

L'episodio, comunicato dalla questura milanese, è avvenuto nella serata di ieri, attorno alle 22.50, in via Ettore Majorana, fuori dall'ospedale Niguarda. La centrale operativa della questura ha ricevuto la segnalazione da parte di un cittadino, che ha riferito di un uomo intento a danneggiare delle auto parcheggiate fuori dal pronto soccorso dell'ospedale. Sul posto è stata inviata una volante, i cui agenti non appena arrivati nella via hanno sorpreso in flagrante il giovane mentre infrangeva il vetro di una Mercedes e vi rovistava all'interno. I poliziotti hanno bloccato il giovane, trovandolo in possesso di un navigatore satellitare e di diversi telecomandi per cancelli automatici. Lo hanno arrestato con l'accusa di tentato furto aggravato: dai successivi accertamenti è emerso che il giovane, un cittadino marocchino, aveva già rovistato all'interno di altre otto autovetture parcheggiate fuori dall'ospedale, mentre all'interno i medici e gli infermieri continuavano a svolgere il loro lavoro, quanto mai fondamentale in questo momento.