Feste di compleanno gratis per i bambini che abitano nelle case popolari di Milano e provengono da famiglie in difficoltà economiche. L'iniziativa "Diritto al compleanno", partita già quattro anni fa nel capoluogo lombardo ma finora confinata in strutture ricreative e cooperative sociali, approda anche negli alloggi popolari del Municipio 8 di Milano. La quinta edizione del progetto nato per iniziativa di Energie sociali Jesurum in collaborazione con l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Milano coinvolgerà quest'anno anche i bambini che abitano nelle case popolari del Municipio 8 (che comprende tra gli altri i quartieri Gallaratese e Quarto Oggiaro) e i cui genitori si trovano in situazioni di particolare difficoltà economica. Lo scorso 29 giugno è stato festeggiato il primo compleanno. Le feste sono a costo zero sia per le famiglie dei bimbi, sia per l'amministrazione comunale: l'iniziativa è infatti finanziata da partner privati e anche dalla generosità di altri cittadini e genitori di bambini che decidono di donare un "compleanno sospeso" ai figli delle famiglie più povere, su modello del famoso "caffè sospeso" napoletano.

L'obiettivo è di estendere l'iniziativa in tutti i municipi milanesi

Finora, in questi quattro anni, i compleanni (in media uno ogni weekend) erano stati organizzati presso la Casa dei Diritti del Comune, l’Associazione Ciao (una casa di accoglienza per le detenute che usufruiscono di misure alternative al carcere e per i loro bambini), la cooperativa sociale Lo Scrigno e presso Casa Atelier. C'era però la necessità di essere più capillari sul territorio e soprattutto di festeggiare i compleanni dei bambini in luoghi più vicini a quelli che frequentano ogni giorno. Per questo, anche grazie alla collaborazione dell’assessore del Municipio 8 Fabio Galesi, del consigliere comunale Alessandro Giungi e di alcuni comitati dei quartieri (degli inquilini di via Cogne 4, via Rizzardi 22, via F. Cilea e via Appennini), adesso le feste saranno organizzate anche nelle case popolari della zona, con l'obiettivo di raggiungere anche gli alloggi degli altri municipi milanesi. "Il Diritto al compleanno è uno dei progetti in cui ho creduto di più in questi anni da assessore – ha commentato Pierfrancesco Majorino, ormai in procinto di lasciare ufficialmente il suo incarico dopo l'elezione al Parlamento europeo – perché sono convinto che le Politiche sociali debbano essere non solo aiuto concreto per soddisfare i bisogni essenziali dei cittadini in difficoltà, ma anche promozione della socialità e garanzia del diritto di tutti, in primis dei più piccoli, di vivere una vita normale e dignitosa. E il compleanno è un rito di passaggio che tutti dovrebbero poter festeggiare. Per questo siamo felici di essere riusciti a rendere speciale quello di tanti bambini in questi anni e ancora più convinti che il progetto debba diventare sempre più capillare".