Ancora un incidente a bordo della metro a Milano: un treno della linea M2 diretto a Loreto ha inchiodato poco dopo aver lasciato la stazione di Caiazzo. Diverse le persone finite a terra, tre delle quali sono rimaste ferite. La brusca frenata è avvenuta nella giornata di venerdì 12 luglio poco le 9.00: il convoglio della linea verde era ripartito da pochi secondi dalla fermata di Caiazzo quando ha improvvisamente frenato. I passeggeri sono stati come accade in questi casi colti di sorpresa e molti sono caduti: tre le persone rimaste ferite, tra le quali anche una bambina di 10 anni. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118 con tre ambulanza e un'auto medica. Le condizioni dei feriti sono apparse subito poco gravi: la bimba di 10 anni che ha riportato le contusioni più importanti è stata accompagnata in codice verde alla Clinica De Marchi. Una donna 56 anni anch'ella ferita è stata portata al Pini mentre una terza persona è stat medicata sul posto. La circolazione dei treni non è stata interrotta e non ci sono stati dunque disagi segnalati dai pendolari.

Frenate brusche della metro a Milano: numerosi i precedenti

Non è il primo episodio di questo tipo: l'ultimo risale allo scorso 11 giugno quando la frenata di un treno della linea M1 nei pressi della stazione di Cadorna ha provocato il ferimento di un uomo di 51 anni, caduto dopo l'inchiodata del convoglio. Pochi giorni prima, il 7 giugno, un'altra brusca frenata di un convoglio della metro rossa alla stazione di Pagano ha provocato il ferimento di sei persone. In entrambi i casi l'Atm ha spiegato che si è attivato il sistema di sicurezza che ha attivato una frenata automatica. Numerosi nei mesi scorsi gli episodi registrati le cui cause sono state imputate in alcuni casi a "errori umani" e in altri ad anomalie o malfunzionamenti: casi che hanno portato la procura di Milano ad aprire un'indagine per capire le cause delle improvvise frenate che hanno portato al ferimento, spesso grave, di numerose persone.