Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sei persone sono rimaste contuse nella serata di oggi, venerdì 7 giugno, su un treno della metro di Milano. La causa, ancora una volta, è stata una brusca frenata del convoglio, attivata in automatico dal sistema di sicurezza. L'episodio, l'ultimo di una serie di eventi simili che si ripetono ormai da anni e sui quali indaga la procura di Milano, è avvenuto pochi minuti dopo le 19 su un treno della linea rossa (la M1) che era da poco transitato dalla stazione Pagano, in direzione Rho Fiera. Il convoglio, come precisato dalla stessa Atm (l'azienda di trasporto pubblico milanese) su Twitter, ha frenato in maniera improvvisa e brusca perché "il sistema automatico ha attivato una frenata automatica di sicurezza".

Sei passeggeri contusi e portati in ospedale: non sono gravi

Alcuni passeggeri sono caduti per terra e sei di loro sono rimasti contusi e sono stati soccorsi dal personale paramedico giunto a bordo di tre ambulanze. Le persone contuse, secondo quanto riporta l'Azienda regionale emergenza urgenza, hanno tra i 27 e i 76 anni di età: sono state medicate sul posto e poi accompagnate in codice verde agli ospedali San Carlo e San Paolo. Le loro condizioni comunque non destano preoccupazione. Il brusco stop ha causato il blocco momentaneo dell'intera linea. Successivamente la circolazione è rimasta interrotta nelle tratte Cairoli-Gambara e Cairoli-Lotto. Dopo qualche minuto la circolazione è tornata regolare sull'intera linea.