Ci siamo: da oggi, lunedì 15 luglio, parte il nuovo sistema tariffario Atm del bacino di mobilità che comprende le province di Milano, Monza e Brianza e alcune località delle province di Varese, Lecco, Como, Lodi, Pavia e Bergamo. Il cambiamento, una rivoluzione nel sistema del trasporto pubblico, riguarda complessivamente 4,2 milioni di cittadini e 213 Comuni. A Milano la novità è stata riassunta con l'aumento del ticket ordinario a due euro: è vero, ma è anche vero che il biglietto potrà essere timbrato più volte nell'arco del periodo di validità (90 minuti) anche in metropolitana e potrà essere utilizzato su un'area più estesa, a Milano e nei 21 comuni di prima fascia, tra cui Rho Fiera, Sesto San Giovanni, Rozzano, San Donato, Bresso, Bollate, Segrate, Cinisello Balsamo, Vimodrone, Cesano Boscone, Corsico, Settimo Milanese, Novate, Cologno Monzese, Peschiera Borromeo. Il biglietto e tutti gli abbonamenti, nel territorio della Città metropolitana di Milano e Monza e Brianza, varranno anche sui treni di Trenord.

Per capire come funzionerà esattamente il nuovo Sistema tariffario integrato del bacino di mobilità (Stibm) si può consultare una guida realizzata da Fanpage.it con le nove zone tariffarie e tutti i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti, oltre che il sito di Atm. L'azienda dei trasporti milanesi ha anche realizzato un video tutorial che spiega nel dettaglio le principali novità.

Biglietti gratis per ragazzi under 14, anziani con Isee basso e animali d'affezione

Tra le principali novità del nuovo sistema tariffario c'è la gratuità per ragazzi fino a 14 anni d’età e per gli over 65 con Isee inferiore a 16mila euro (previa apposita tessera e abbonamento). Potranno viaggiare gratuitamente anche le insegnanti che accompagnano le scolaresche in gita e gli animali d’affezione: anche se per cani, gatti e affini il regolamento, al momento, non è ancora cambiato (qui le regole in vigore).

Sconti e agevolazioni

Tanti gli sconti e le agevolazioni previste dal nuovo sistema. Nelle famiglie con tre figli a carico i genitori avranno lo sconto del 50 per cento sul costo dell’abbonamento annuale. Facilitazioni sugli abbonamenti  sono previsti per gli over 65 con reddito Isee tra 16 e 28mila euro (costo dell’annuale 200 euro), per le persone con Isee inferiore ai 6mila euro, per i disoccupati con Isee inferiore ai 16.900 euro e per i detenuti in permesso lavorativo esterno al luogo di detenzione (il costo dell'abbonamento annuale per queste tre categorie sarà di 50 euro). Per i giovani, resta invariato il costo dell’abbonamento ridotto e si estende fino ai 27 anni la validità. Vengono inoltre estese le agevolazioni fino ai 30 anni con Isee sotto i 28mila euro (mensile e annuale rispettivamente a 22 e 200 euro) a prezzo invariato rispetto a oggi. Per i giovani fino ai 27 anni d’età e abbonati al trasporto pubblico, il costo dell’abbonamento al BikeMi (il servizio  comunale di bike sharing) scende da 29 a 12 euro: oltre i 28 anni il costo passa da 29 a 24 euro. Per tutti, il bike sharing e i mezzi pubblici vengono integrati: sarà infatti possibile caricare l’abbonamento del BikeMi sulla tessera Atm. Tutti i "vecchi" biglietti acquistati e non utilizzati prima di lunedì 15 luglio possono essere usati fino al 12 ottobre, mentre gli abbonamenti in corso sono validi fino al termine della validità.