Il questore di Milano ha sospeso per alcuni giorni la licenza a due bar a Quarto Oggiaro. I locali nel corso di controlli effettuati dalla polizia sono risultati sono risultati essere frequentati da soggetti con precedenti per reati in materia di stupefacenti e di armi, reati contro il patrimonio e la persona, e per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Frequentati da pregiudicati: licenza sospesa per due bar

Il provvedimento della questura, ai sensi dell’art. 100 del Tulps, il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, ha colpito il Bar Daisy di via Maria Drago 1 (licenza sospesa per dieci giorni) e il Bar Lilly di via Val Trompia 49 (licenza sospesa per quindici giorni). I provvedimenti, per entrambi i bar, sono stati emessi giovedì 28 novembre 2019 e notificati agli esercizi il 29 novembre dagli agenti del commissariato di Quarto Oggiaro.

Gli altri provvedimenti nei confronti di locali a Quarto Oggiaro e Villapizzone

Solo tre giorni fa la sospensione momentanea della licenza aveva colpito un bar in via Tradate a Milano, zona Villapizzone. Anche in questo caso il provvedimento è scattato per le frequentazioni "poco raccomandabili all'interno del locale. A settembre un analoga sanzione aveva colpito altri tre locali alla periferia nord del capoluogo Lombardo, non lontano da Quarto Oggiaro, perché “luoghi di ritrovo di pregiudicati”. In quel caso a subire la sospensione erano stati il Bar Prealpi in piazza Prealpi 7, il Green Bar, in Piazza Pompeo Castelli 16 e del Bar Chen in viale Espinasse 172, che dovrà tenere le serrande abbassate per quindici giorni.