Per gli agenti del commissariato Quarto Oggiaro, che li hanno tenuti sotto controlli per mesi, erano "luoghi di ritrovo di persone pregiudicate". Per questo la Questura di Milano ha deciso di sospendere la licenza di tre locali. Si tratta del "Bar Prealpi" in piazza Prealpi 7, che resterà chiuso per dieci giorni, del "Green Bar", in Piazza Pompeo Castelli 16 e del "Bar Chen" in viale Espinasse 172, che dovrà tenere le serrande abbassate per quindici giorni.

"Luogo di ritrovo di pregiudicati": Questura sospende la licenza sospesa a tre bar di Milano

Il provvedimento è stato stabilito da Questore di Milano "nell'ambito dell'attività di prevenzione e controllo del territorio e di monitoraggio dei locali pubblici" ai sensi dell’art. 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza ed è stato notificato dai poliziotti del commissariato di Quarto Oggiaro.

Se i fatti contestati si ripetono i locali potranno essere chiusi

L’art. 100 del Tulps prevede che il Questore possa sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. L'obiettivo della misure è quello di dissuadere soggetti "indesiderati" e privare potenziali gruppi criminali di un luogo abituale di aggregazione. Dopo il primo provvedimento, se i fatti che hanno determinato la sospensione si verificano di nuovo, l'autorità può revocare la licenza di un esercizio.