"Abbiamo superato le 20.000 vaccinazioni somministrate contro il Meningococco C nella zona del basso Sebino e di Grumello". Lo ha annunciato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, in un primo bilancio sulla campagna vaccinale straordinaria avviata nell'area del lago d'Iseo tra le province di Bergamo e Brescia, dove si sono verificati quattro casi di sepsi da meningococco C, due delle quali mortali. "In pochi giorni sono state introdotte azioni di prevenzione senza precedenti, a tutela dei cittadini e della salute pubblica, ha sottolineato Gallera.

Meningite, superate le 20mila vaccinazioni nella zona del lago d'Iseo

L'allarme era scattato dopo i casi di Villongo, dove viveva anche la studentessa universitaria Veronica Cadei, 19 anni, primo caso segnalato nel mese di dicembre. "Siamo riusciti ad attivare una serie di interventi tempestivi e puntuali creando una cintura di sicurezza vaccinale importante", ha aggiunto l'assessore in una nota in cui ringrazi gli operatori, il personale ed i dirigenti della direzione generale Welfare, delle Ats di Bergamo e Brescia, delle Asst Bergamo Est e della Franciacorta.

L'ospedale di Bergamo: acquistate tutte le dosi di vaccino richieste

Le operazioni di immunizzazione proseguiranno anche nei prossimi giorni, con le campagne di vaccini nelle scuole, iniziate venerdì scorso, e nelle aziende. L'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ha reso noto di aver acquistato tutte le dosi di vaccino antimeningococcico richieste da Ats Bergamo, da distribuire alle Asst e ai medici e pediatri del territorio per supportare l’attività di vaccinazione straordinaria nella zona del Basso Sebino.

Intervento rapido, evitata epidemia su larga scala

L'Istituto superiore di sanità si è espresso spiegando che "le autorità sanitarie stanno intervenendo in modo rapido e massivo il focolaio può essere circoscritto evitando quindi un’epidemia su larga scala. Bisogna tuttavia sottolineare che poiché il vaccino inizia ad avere efficacia dopo 15-20 giorni dalla sua somministrazione, potrebbero verificarsi nuovi casi fino a quando la vaccinazione della popolazione locale non cominci a dare i suoi effetti".