Bambini maltrattati in un asilo (Immagine di repertorio)
in foto: Bambini maltrattati in un asilo (Immagine di repertorio)

Telecamere negli asili nido e micronidi lombardi contro gli episodi di maltrattamenti ai danni dei bambini. È la proposta illustrata dal governatore lombardo Attilio Fontana e dall'assessore regionale alle Politiche per la famiglia Silvia Piani, che sarà presentata e quasi certamente approvata in giunta il prossimo giovedì. Un "provvedimento importante", ha spiegato il governatore leghista, per evitare "che si possano verificare azioni di disagio o situazioni inopportune nei confronti dei minori". Il tema è particolarmente sentito mette a confronto due diverse impostazioni: chi chiede maggiori controlli e chi invece teme il rischio di un "grande fratello" invasivo. Non vale solo per gli asili: una legge simile era stata già approvata nel febbraio del 2017 per le case di riposo e le strutture per disabili dal Consiglio regionale della Lombardia. La legge non istituiva alcun obbligo, ma metteva semplicemente a disposizione delle strutture che avessero voluto dotarsi di impianti di videosorveglianza fondi pari a 1,4 milioni di euro.

Per i nidi e micronidi i fondi che verranno stanziati dalla Regione saranno invece 600mila euro per l'installazione dei sistemi di videosorveglianza, mentre altri 300mila euro saranno messi a disposizione per interventi di "formazione e prevenzione" rivolti agli operatori che lavorano in queste strutture e alle famiglie dei bambini che le frequentano. I fondi saranno ripartiti equamente nel biennio 2018 e 2019 per quanto riguarda la formazione, e 2019-2020 per quanto riguarda l'installazione delle apparecchiature. Dopo il voto in giunta il progetto di legge passerà quindi all'esame del Consiglio regionale: "In questi anni abbiamo assistito a episodi inaccettabili di maltrattamenti. Il nostro obiettivo non è però controllare il lavoro degli insegnanti ma tutelare il minore", ha precisato l'assessore Piani, spiegando che, così come per le case di cura, "i contributi saranno erogati su base volontaria". L'ultimo episodio di maltrattamenti negli asili in Lombardia che era finito al centro delle cronache riguarda il nido "Baby world Bicocca" in viale Sarca a Milano: pochi giorni fa i due responsabili della struttura e un'altra educatrice sono stati condannati dal tribunale di Milano.