La cotoletta alla milanese di Filz (foto Fanpage.it)
in foto: La cotoletta alla milanese di Filz (foto Fanpage.it)

Una cotoletta alla milanese a tre euro? Nella città più dinamica d'Italia, anche per quanto riguarda la gastronomia, può accadere. La propone "Filz", un nuovo locale che ha aperto a Milano da circa un mese in largo Crocetta (fermata metro Missori, sulla linea gialla) e che ha adottato una filosofia particolare: proporre tutto, dal pesce alla carne fino al dolce, infilzato in piccoli spiedini. Un "concept" che le due titolari del locale, pugliesi, hanno mutuato dalle rispettive esperienze in Cina e in Africa, per la precisione in Kenya, dove il cibo servito sugli spiedini è una vera e propria tradizione. Dalla commistione tra Puglia, Cina, Africa e Milano deriva un felice incrocio di sapori che si può assaggiare da "Filz". Nel locale, piccolo ma accogliente (circa una ventina i coperti), si possono provare sia prelibatezze pugliesi (dalle bombette di Cisternino, involtini di carne con ripieno di prosciutto e formaggio, alla "zampina" tipica dell'entroterra di Bari, una particolare salsiccia arrotolata, passando per gli "gnummeridde", involtini di interiora arrostiti), sia piatti della tradizione meneghina, opportunamente rivisitati.

La cotoletta alla milanese infilzata nello spiedino

Tra questi ultimi c'è, appunto, anche la celebre cotoletta alla milanese. Specifichiamo subito che, data la particolare filosofia del locale, ogni portata è una sorta di assaggino: le pietanze arrivano in piccole porzioni, ben presentate ma sicuramente non in grado di saziare da sole un appetito "robusto". Il prezzo, però, è adeguato al piatto (ogni spiedino costa tra 1,5 e 3,5 euro, con punte di 6,5 euro per i più ricercati), senza contare che ci sono formule "combo" che permettono di assaggiare più spiedini e placare così la propria fame. La cotoletta alla milanese di "Filz" arriva in due piccole porzioni infilzate nello spiedino: sulla carne una salsa di pomodoro speziata che dà vivacità, senza però sovrastare il gusto del vitello, battuto sottile e molto tenero. È un fritto diverso dal classico milanese, meno "burroso" e più corposo: decisamente un piatto gustoso.

Il locale si presta particolarmente per il "rito" dell'aperitivo

Chi cerca la classica "orecchia d'elefante" o vuole la cotoletta alta con l'osso dovrà necessariamente rivolgersi altrove. Per tutti gli altri, invece, "Filz" è sicuramente una novità da provare nel dinamico mondo della gastronomia milanese. Tutti gli ingredienti sono di qualità e ricercati: ci sono proposte "veg" e accompagnamenti a base di pane arabo, riso al vapore, bao, pane bruscato e insalatine, complemento ideale per molti spiedini. Da non perdere inoltre i dolci "allo spiedo", come il tiramisù: belli alla vista e buoni al palato. Il locale è aperto a pranzo e cena (domenica è il giorno di chiusura) e serve anche l'aperitivo: i cocktail sono uno dei punti di forza di "Filz" e la formula a spiedino, a nostro avviso, si presta particolarmente per il classico rituale pre-cena milanese.