Neanche il tempo di rientrare dalle due giornate di festa per Pasqua e Pasquetta che c'è già da piangere un altro morto sul lavoro. Si tratta di un ragazzo di 28 anni deceduto questa mattina, martedì 23 aprile, all'interno di una fabbrica a Taino, in provincia di Varese. La vittima sarebbe un operaio che si occupava della manutenzione di una grossa ditta di materie plastiche che si trova in via Varese. Pochi minuti prima delle 8, come riporta l'Azienda regionale emergenza urgenza, l'uomo sarebbe caduto in un tombino che si trova nella ditta precipitando per diversi metri. Quando i vigili del fuoco hanno recuperato il corpo del giovane operaio per lui non c'era ormai più niente da fare. La presenza dei soccorritori del 112, giunti sul posto con due ambulanze e un'automedica, si è rivelata inutile.

L'ultimo incidente mortale sul lavoro in Lombardia poco prima di Pasqua

I carabinieri della compagnia di Gallarate e il personale dell'Agenzia per la tutela della salute dovranno adesso cercare di ricostruire l'esatta dinamica dell'ennesimo infortunio mortale su un luogo di lavoro in Lombardia, per accertare anche eventuali responsabilità nella vicenda. L'ultimo grave incidente sul lavoro si era verificato appena prima di Pasqua, il Venerdì Santo. Un ragazzo di 28 anni, Marco Balzarini, era morto mentre stava lavorando all'interno dell'acciaieria Arvedi di Cremona. Il giovane, di professione magazziniere, è rimasto schiacciato da un muletto. Ad appena quattro giorni di distanza il bilancio delle cosiddette "morti bianche" in Lombardia è già da aggiornare.