480 CONDIVISIONI
Covid 19
1 Aprile 2020
20:43

Il prefetto di Lodi Marcello Cardona è guarito dal coronavirus: “Sto bene, ringrazio i medici”

Il prefetto di Lodi, Marcello Cardona, è guarito dal coronavirus ed è rientrato in ufficio dopo circa tre settimane di isolamento. Era risultato positivo al tampone lo scorso 8 marzo, così come alcuni collaboratori del suo ufficio. Cardona ha ringraziato “tutto lo staff medico e paramedico dell’ospedale di Lodi e del San Raffaele di Milano che hanno contribuito alla sua guarigione”.
A cura di Simone Gorla
480 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

È guarito ed è rientrato in ufficio il prefetto di Lodi, Marcello Cardona, che era risultato positivo al coronavirus ed era stato costretto a mettersi in isolamento dallo scorso 8 marzo. Oggi Cardona è tornato nel suo alloggio in prefettura, completamente ristabilito come confermano i tamponi di controllo effettuati, che sono ora negativi al Covid-19.

Guarito il prefetto di Lodi Marcello Cardona

"Cardona – si legge in una nota della prefettura lodigiana – ha ringraziato tutto lo staff medico e paramedico dell'ospedale di Lodi e del San Raffaele di Milano che hanno contribuito alla sua guarigione e in particolare il professor Alberto Zangrillo per il lavoro e l'impegno quotidiano per la cura i tutti i pazienti colpiti da Covid-19 e ha poi rivolto un pensiero alle famiglie e in ricordo delle vittime del virus". Dopo la notizia della positività al tampone del prefetto Cardona anche i suoi collaboratori erano stati sottoposti a test ed erano risultati positivi anche il vicario del prefetto e il capo di gabinetto. Cardona, classe 1956 ed originario di Reggio Calabria, è prefetto della città lombarda dal 2019: in precedenza ha ricoperto la carica di questore di Milano.

Coronavirus nel Lodigiano

La provincia di Lodi è stata la prima colpita dall'epidemia di coronavirus in Italia. Dal 21 febbraio con il primo caso riscontrato a Codogno, la bassa lodigiana si è trovata in prima linea con una difficile gestione dell'emergenza a livello sanitario, con gli ospedali al collasso per l'alto numero di pazienti, ma anche dal punto di vista dell'ordine pubblico con la zona rossa di undici comuni. Stando all'ultimo aggiornamento di mercoledì 1 aprile sono 2.157 i casi accertati nel Lodigiano, in aumento di 41 unità.

480 CONDIVISIONI
29762 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni