Dolore e rabbia a Milano per i funerali del piccolo Leonardo, il bambino di cinque anni morto dopo una tragica caduta nella tromba delle scale della scuola elementare G.B. Pirelli di via Goffredo da Bussero. All'arrivo della piccola bara bianca nella chiesa di San Giovanni Battista alla Bicocca, in viale Fulvio Testi, tra le tante persone che erano presenti per porgere l'ultimo saluto al bimbo c'è stato anche chi, un anziano, ha esternato la propria rabbia urlando: "Delinquenti".

Il prete: È stata una triste fatalità

Un caso isolato: la comunità che si è raccolta attorno al piccolo Leonardo Acquaviva e alla sua famiglia è per lo più sgomenta e incredula di fronte a una tragedia su cui indaga anche la procura di Milano, ma in cui sembra difficile poter rintracciare effettive responsabilità. Lo aveva detto negli scorsi giorni anche don Giuseppe Buraglio, il sacerdote che nel primo pomeriggio di oggi, lontano dalle telecamere (tenute a debita distanza dalla chiesa) ha celebrato la messa funebre per Leonardo: "Io non credo che sia stata colpa di qualcuno. È difficile per una maestra o una bidella star dietro a tutti i bambini. Nessuno è stato abbandonato: è stata una triste fatalità, ma credo anche che sulla faccenda faranno luce i magistrati". Nella sua omelia il prete ha cercato di dare un po' di conforto ai genitori di Leonardo, dicendo loro che il figlio "è già arrivato nel porto dove siamo diretti tutti". "Dio, tienilo stretto a te", ha poi aggiunto don Buraglio, che ha letto anche un messaggio del vicario a nome dell'arcivescovo di Milano Mario Delpini.

I genitori di Leonardo: Non accada mai più

Tra coloro che erano presenti ai funerali anche alcuni bambini, ma non tanti: i loro genitori stanno faticosamente spiegando loro cosa è avvenuto e molti non hanno evidentemente ritenuto opportuno portare con sé anche i propri figli. Questa mattina nella scuola Pirelli i compagni del piccolo Leonardo, che frequentava la prima elementare, e il personale dipendente dell'istituto avevano osservato un minuto di silenzio. Tante le corone di fiori deposte per Leonardo: per ricordarlo è apparso in chiesa anche un pallone da calcio. Al termine della cerimonia funebre i genitori del bimbo hanno letto un messaggio, una sorta di monito affinché ciò che è accaduto al loro figlio non accada mai più.