Chiara Papini (foto Facebook)
in foto: Chiara Papini (foto Facebook)

Una folla composta, centinaia di persone che hanno mantenuto le giuste distanze nel rispetto delle norme anti coronavirus, ha voluto porgere l'ultimo saluto a Chiara Papini, la ragazza di 19 anni morta lo scorso giovedì all'ospedale di Varese dopo essere stata investita da un'auto pirata a Lecco. I funerali della giovane si sono svolti nel pomeriggio di ieri, lunedì 25 maggio, nello stadio Rigamonti-Ceppi di Lecco, unica sede capace di accogliere con le dovute distanze tutti coloro che volevano dare l'addio alla ragazza. Chiara era molto conosciuta in città: nata e cresciuta nel rione lecchese di Castello, era amata da tutti, frequentava la parrocchia e andava a scuola all'istituto Rota di Calolziocorte.

Il messaggio dei genitori ai funerali: Hai donato altra vita

La sera di mercoledì 20 maggio stava tornando a casa dopo una serata trascorsa con gli amici quando, mentre attraversava sulle strisce pedonali in via Papa Giovanni XXIII, era stata travolta da un'auto guidata da un ragazzo di 22 anni. Il giovane dopo l'impatto era fuggito, a quanto pare assalito dalla paura: in seguito il padre dell'investitore ha riferito che il figlio aveva intenzione di togliersi la vita. Il giovane era stato in un primo tempo denunciato a piede libero, poi è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale e le aggravanti dell'omissione di soccorso e della guida sotto effetto di alcool e stupefacenti, ed è stato posto ai domiciliari. Chiara è morta nella mattina di giovedì, nonostante i disperati tentativi dei medici dell'ospedale di Circolo di Varese dove era stata trasportata in elicottero. I famigliari hanno deciso di donare i suoi organi: "Hai donato altra vita, hai moltiplicato la vita, bambini e giovani avranno una nuova possibilità di poter rinascere e di poter essere felici portandosi dentro un po’ di te", è un brano del messaggio di addio che i genitori della ragazza hanno letto durante la cerimonia funebre, come riporta la testata online "Primalecco". Ad accompagnare l'ingresso della bara della 19enne nello stadio le note di "Knockin' on Heaven's door" di Bob Dylan.