Chiara Papini (foto Facebook)
in foto: Chiara Papini (foto Facebook)

È stato arrestato il 22enne che mercoledì 20 maggio ha investito la 19enne Chiara Papini morta poche ore dopo in ospedale. Samuele Mellace si trova ora agli arresti domiciliari così come disposto dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Lecco su richiesta della Procura. A spingere il pubblico ministero Giulia Angeleri a richiedere la misura cautelare sarebbero stati sia la gravità dei fatti che il rischio di reiterazione del reato.

Mercoledì l'incidente mortale

Il 22enne deve rispondere delle accuse di omicidio stradale, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Stando a quanto emerso infatti Samuele è risultato positivo all'alcoltest quando è stato fermato dai carabinieri poche ore dopo dall'incidente avvenuto nel rione lecchese di Castello dove la vittima viveva ed era cresciuta. È qui che Chiara aveva trascorso la serata mercoledì insieme con alcuni amici prima di salutarli e dirigersi verso casa, mentre attraversava sulle strisce pedonali per tornare a casa l'auto guidata dal 22enne è sopraggiunta centrandola in pieno. Nel violento impatto la vettura di Samuele ha perso la targa fondamentale insieme alle immagini delle telecamere di sorveglianza per i carabinieri per individuare il giovane alla guida che prima si è fermato e poi ha rimesso in moto l'auto ed è fuggito senza prestare soccorso. Ad assistere alla scena però c'erano gli amici di Chiara che l'avevano salutata qualche minuto prima e che hanno immediatamente allertato i soccorsi: nonostante l'immediato arrivo del personale medico sul posto la 19enne non ce l'ha fatta ed è morta poco dopo in ospedale.

Lunedì 25 maggio i funerali di Chiara Papini

Mellace è stato rintracciato e inizialmente denunciato dai carabinieri grazie a una telefonata del padre del 22enne che allarmato avrebbe allertato il 112. Il figlio alterato a causa dell'alcol si sarebbe aggirato poco dopo l'incidente per le strade della città minacciando anche di compiere un gesto stremo: in attesa di ricostruire esattamente cosa sia accaduto quella sera e se il 22enne avesse anche fatto uso di droghe il gip del tribunale di Lecco ha disposto per lui gli arresti domiciliari. Intanto Lecco piange la giovane Chiara Papini i cui funerali si terranno domani lunedì 25 maggio, alle 14.30, si terranno alla stadio Rigamonti- Ceppi: sono attese centinaia di persone per l'ultimo saluto alla studentessa appassionata di nuoto la cui vita è stata stroncata in una tiepida sera di maggio.