659 CONDIVISIONI
Covid 19
1 Giugno 2020
9:12

Fase 2, il virologo Pregliasco: “Situazione molto migliorata in Lombardia”

“In Lombardia la situazione è molto migliorata grazie ad una sistematica adozione di test sierologici e di tamponi che finalmente sono ampiamente disponibili”. Lo ha detto il virologo dell’Università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco durante la trasmissione Agorà su RaiTre, parlando di “situazione sotto controllo”. “Ritengo fondamentale questa apertura sempre nell’ottica di una vigile serenità – ha detto Pregliasco – ci sarebbe voluto un lockdown molto più lungo per arrivare ad un valore vicino allo zero”.
A cura di Francesco Loiacono
659 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Parole rassicuranti quelle che arrivano dal virologo dell'Università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco relativamente all'emergenza Coronavirus in Lombardia, la regione d'Italia più colpita dalla pandemia e quella che resta "sotto i riflettori" soprattutto in vista del 3 giugno, quando saranno consentiti gli spostamenti tra tutte le regioni italiane: "In Lombardia la situazione è molto migliorata grazie ad una sistematica adozione di test sierologici e di tamponi che finalmente sono ampiamente disponibili", ha detto Pregliasco in collegamento con la trasmissione televisiva "Agorà" su Rai3.

Ci sarebbe voluto lockdown più lungo per arrivare a valore vicino allo zero

I dati di ieri comunicati dalla Regione Lombardia hanno certificato un calo dei malati (cioè delle persone attualmente positive, che sono 20.996), dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva (170) e di quelli ricoverati in ospedale (3.131). In totale in Lombardia le persone contagiate dall'inizio della pandemia sono 88.968, mentre le persone decedute sono 16.112: 33 quelle che hanno perso la vita tra sabato e domenica. "Credo che la situazione sia sotto controllo e che la quota oggettiva di infetti sia bassissima: 2.4, e anche meno, per 10mila abitanti", ha commentato Pregliasco, che è direttore sanitario presso l'Irccs Galeazzi e nel corso dell'emergenza è stato anche nominato supervisore scientifico del Pio Albergo Trivulzio, una delle Rsa (le residenze sanitarie assistenziali per anziani) in cui il virus ha fatto purtroppo una strage di anziani. Per Pregliasco gli ultimi dati che arrivano dalla Lombardia sono da guardare con ottimismo, anche in vista dell'apertura degli spostamenti interregionali: "Ritengo fondamentale questa apertura sempre nell'ottica di una vigile serenità", ha detto il virologo, che a proposito del perché i numeri dei contagiati non siano ancora azzerati ha detto: "Ci sarebbe voluto un lockdown molto più lungo per arrivare ad un valore vicino allo zero".

659 CONDIVISIONI
29761 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni