Fabrizio Maroni (Facebook)
in foto: Fabrizio Maroni (Facebook)

Si chiama Fabrizio Maroni, ha 19 anni ed è il figlio minore dell'ex governatore della Lombardia nonché ex segretario della Lega (che all'epoca si chiamava ancora Lega Nord), Roberto Maroni. Alle prossime elezioni comunali del 26 maggio 2019 ha deciso di candidarsi anche lui: correrà per un posto da consigliere comunale a Lozza, comune di circa 1200 abitanti in cui la famiglia Maroni risiede. A far notizia, però, più che la parentela dell'aspirante consigliere è stata la decisione di Maroni junior di candidarsi per una lista civica di centrosinistra, voltando così le spalle a quella Lega che resta, anche dopo la decisione di non ricandidarsi alle scorse Regionali, il partito del padre. Intervistato dal quotidiano "la Prealpina" che ha reso nota la vicenda, Fabrizio Maroni ha spiegato di essere ormai abituato a venire considerato il "figlio di" e anche di comprendere la curiosità dei giornalisti per la sua decisione. D'altronde lui stesso nella vita sogna di diventare giornalista: al momento è uno studente di Scienze politiche all'Università Statale di Milano.

Questa mattina la presentazione ufficiale di Maroni junior

L'eco della decisione di Maroni junior di candidarsi nella lista civica "Uniti per Lozza", che sostiene il sindaco uscente Giuseppe Licata, è stata molto vasta all'esterno di Lozza, ma non sembra aver scosso più di tanto il paese, dove la parentela e le idee del giovane Fabrizio Maroni sono evidentemente ben note da tempo. A riprova di ciò, durante la conferenza stampa di presentazione dei candidati della lista civica che si è tenuta questa mattina a Lozza, nel presentare Fabrizio il sindaco uscente non ha fatto alcun cenno alla sua parentela "importante". Licata ha invece semplicemente lodato il ragazzo, descrivendolo come appassionato di scrittura e giornalismo e sottolineando anche come abbia vinto un importante premio di scrittura: "Non l'ha scritto perché è un ragazzo modesto", ha detto il sindaco che ha poi ironizzato anche sulla bravura del giovane a giocare a calcio (è difensore della squadra del paese). Fabrizio ha poi preso la parola per presentarsi e spiegare la sua decisione di candidarsi per la lista "Uniti per Lozza". Anche in questa circostanza, comprensibilmente, non ha fatto alcun accenno al padre, ma ha anticipato che, se eletto, intende organizzare un "festival dei giovani", ossia un weekend in cui in tutto il paese vengano ideate iniziative pensate e realizzate dai giovani e per i giovani.