Un tragico incidente, purtroppo mortale. Non c'è stato niente da fare per una donna di 72 anni, di nazionalità tedesca, morta nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 1 luglio, a causa di un incidente in montagna. L'episodio, stando a quanto comunicato dall'Azienda regionale emergenza urgenza e dal Soccorso alpino e speleologico lombardo, è avvenuto attorno alle 11 nella zona del Passo del Corno a Valbondione, in provincia di Bergamo. Stando a quanto ricostruito la vittima era in compagnia di un'altra escursionista: le due donne avevano lasciato il rifugio Curò per raggiungere il rifugio Mario Merelli al Coca, a oltre 2.200 metri di altezza. Mentre stavano procedendo verso la loro meta la sfortunata escursionista è precipitata, per cause ignote. La donna è precipitata per circa 150 metri in una zona impervia e per lei non c'è stato nulla da fare: è morta sul colpo a causa dei gravi traumi riportati nella caduta.

Illesa l'altra escursionista che era con la vittima

È stata l'altra escursionista, rimasta illesa, a dare l'allarme. Sul posto è intervenuto un elicottero dell'Areu, decollato da Brescia, che ha portato in quota Due tecnici della VI Delegazione Orobica del Cnsas, stazione di Valbondione. Altri otto loro colleghi erano pronti a intervenire in loro occorso, ma non ce n'è stato bisogno. Grazie a una parentesi di bel tempo le operazioni di individuazione e recupero della salma si sono concluse, e il corpo dell'escursionista deceduta, di cui al momento non si conosce l'identità, è stato portato a valle. Si tratta del secondo grave incidente in montagna in pochi giorni: martedì sera un uomo di 37 anni era morto precipitando durante un'escursione nei pressi del Passo della Crocetta in Val Bodengo, in provincia di Sondrio. Il padre della vittima, che era assieme a lui, aveva vegliato il corpo del figlio per tutta la notte.