Non c'è pace per Domenico Maurantonio, il ragazzo di 19 anni morto mentre si trovava in gita a Milano con la sua scuola. Mentre la verità sulla sua morte sembra ancora lontana, a più di due settimane dalla tragedia, adesso arrivano anche i mitomani. È accaduto nel corso della trasmissione tv "Chi l'ha visto?" andata in onda mercoledì sera. Nella prima parte della puntata, dedicata al caso del ragazzo padovano, la conduttrice Federica Sciarelli ha rivolto un appello a tutti gli ospiti presenti la notte della tragedia all'hotel Da Vinci di Bruzzano, a nord di Milano. È lì, da una finestra al quinto piano dell'hotel, che la mattina del 10 maggio scorso il 19enne è precipitato: un volo di una ventina di metri che gli è stato fatale.

Il mitomane smascherato in due minuti

Dopo l'appello della conduttrice al centralino del programma è arrivata una telefonata, poi passata in studio – il programma è in diretta, ndr -: al telefono una persona che si è presentata con nome e cognome e ha detto di chiamare da Roma. Con voce trafelata l'uomo ha raccontato di essere stato presente nell'albergo la notte della tragedia, e di trovarsi nell'atrio dell'hotel intorno alle 6 di mattina del 10 maggio. Lì nell'atrio avrebbe visto due ragazzi in attesa e un terzo "che entrava e usciva dall'hotel come un forsennato, come se volessero coprire una ragazzata".

A questo punto però è arrivata la decisione della conduttrice di bloccare la telefonata per permettere alla redazione di effettuare le dovute verifiche. Anche perché, come ha precisato la giornalista Sciarelli, se davvero l'uomo che ha chiamato si trovava lì quella mattina, avrebbe dovuto raccontare ciò che aveva visto alla polizia. Dopo una breve pausa pubblicitaria, si è svelato l'arcano: "Dimenticate la telefonata precedente", ha detto Federica Sciarelli, spiegando che in studio erano arrivate molte segnalazioni che indicavano, nell'uomo che aveva telefonato, un mitomane che chiama spesso molte radio romane millantando fatti non successi. La conduttrice ha ricordato con amarezza come, purtroppo, accada spesso che su vicende anche tragiche ci siano persone pronte a speculare. Era successo proprio in un'altra puntata di "Chi l'ha visto?" dedicata a Domenico, con un messaggio di una chat che sembrava ricostruire con precisione quanto accaduto la notte della tragedia e si è poi rivelato inattendibile.