In una Milano ancora nel pieno dell'emergenza Coronavirus, anche se l'aumento dei casi sembra rallentare da giorni, il sindaco Beppe Sala sta già pensando a come potrebbe avvenire il "ritorno alla normalità". Lo ha spiegato lui stesso nel corso del consueto video messaggio giornaliero su Facebook, nel quale il sindaco dopo essersi soffermato su un problema pratico di questi giorni – le code ai supermercati – ha parlato di come potrebbe avvenire il ritorno al lavoro dei milanesi, in particolare dei dipendenti del Comune di Milano.

Analisi degli anticorpi per capire il nostro livello di immunità

Se è vero che la pandemia contagia in maniera indiscriminata tutte le età, ma diventa più rischiosa e letale quanto più l'età si fa avanzata, "ha senso che anche il ritorno alla normalità venga fatto con una gradualità che tenga conto dell'aspetto anagrafico?". Per il sindaco sì, tanto che ha detto che ci sta già pensando "per le migliaia dei dipendenti Comune di Milano". Il sindaco ha poi affidato a Facebook altre riflessioni sul ritorno alla normalità dopo la pandemia: "Si parla tanto dell'app che ci localizza e vede i nostri movimenti per associarli alle zone dove il rischio pandemico è più forte: è violazione alla privacy? Certo. Ha senso? altrettanto certo", ha detto Sala. L'ultima riflessione è sui tamponi, che per Sala in questo momento forse non sono la priorità: "Si parla molto di tamponi, ma attenzione a ciò che dice il professor Mantovani dell'Humanitas. In realtà noi dobbiamo capire il nostro livello di immunità attraverso test che con l'analisi degli anticorpi verificano se siamo immuni, e probabilmente siamo immuni perché l'abbiamo avuta ma non ce ne siamo accorti".

Da domani una mappa dei piccoli negozi che consegnano a domicilio sul sito del Comune

Al momento però, occorre concentrarsi sul presente e su problemi quotidiani connessi all'emergenza in corso. Uno sono le code ai supermercati: "Ne stiamo parlando con Federdistribuzioni e le principali catene e stiamo chiedendo loro di migliorare il servizio pur comprendendo le loro difficoltà. Per dare il nostro contibuto abbiamo creato una mappa di quei piccoli negozi di prossimità di quartiere che sono aperti fanno consegne a domicilio. Sarà attiva da domani sul sito del Comune di Milano". Sala ha ringraziato tutti i negozianti dicendo loro che verranno forniti di mascherine a partire dai prossimi giorni.

tot. contagiati 105.792
31 marzo 2.107
tot. guariti 15.729
31 marzo 1.109
tot. deceduti 12.428
31 marzo 837