Come spesso accade nei momenti più importanti il Pirellone di Milano questa sera si è illuminato: la scritta "State a casa" è comparsa sulla facciata principale del grattacielo Pirelli sede del Consiglio Lombardia. Una iniziativa che vuole sensibilizzare ancora una volta le persone sull'importanza di stare a casa rispettando le norme restrittive del governo per combattere la diffusione del coronavirus. "Ad oggi questo è l'unico vaccino che abbiamo", ha commentato il presidente dell'assemblea lombarda Alessandro Fermi, che ha pubblicato sul proprio profilo Facebook la foto del "Pirellone", questo il nomignolo col quale è conosciuto il noto palazzo. Il messaggio luminoso apparirà sulla facciata del palazzo anche nelle prossime sere.

L'invito è stato rivolto questo pomeriggio anche dall'assessore Giulio Gallera nel quotidiano punto stampa nel quale ha reso noti i dati sui contagi in Lombardia giunti a 17.713 in tutta la regione. Un aumento costante che visto crescere anche i numeri dei casi positivi nella città di Milano, dove sono ancora tante le persone che si muovono: nei giorni scorsi Fanpage.it ha testimoniato sui mezzi pubblici Atm il mancato rispetto delle distanze interpersonali di sicurezza a causa dell'eccessivo numero di persone a bordo. Nello stesso capoluogo nel weekend sono tante le persone che hanno deciso di concedersi una passeggiata lungo i navigli o nei parchi della città: comportamenti condannati anche dal presidente della regione Lombardia Attilio Fontana: "Amici, se non la capite con le buone bisognerà essere più aggressivi. I numeri non si riducono, tra poco non saremo più in condizione di dare una risposta a chi si ammala – l'avvertimento del Governatore – bisogna stare in casa. Ogni uscita di casa è un rischio per voi e per gli altri. Per ora lo chiediamo, se si dovesse andare avanti chiederemo al governo di emanare provvedimenti più rigorosi".