59 CONDIVISIONI

Brescia, 35enne investito e ucciso da un’auto: fermato il cognato

C’è un fermo per l’omicidio di un 35enne, Omar Ghirardini, investito e ucciso da un’automobile nella serata di ieri a Brescia: questa mattina, le forze dell’ordine hanno arrestato Renat Hadzovic, 28 anni, cognato della vittima. L’investitore, poco prima dell’omicidio, era stato aggredito da Ghirardini e dai due fratelli.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Valerio Papadia
59 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

C'è una svolta nell'omicidio di Omar Ghirardini, il 35enne investito da un'automobile e morto nella serata di ieri a Brescia: intorno alle 5 di questa mattina, le forze dell'ordine hanno arrestato il cognato della vittima, Renat Hadzovic, 28enne di etnia rom. Le indagini hanno permesso di appurare che, poco prima dell'omicidio, l'investitore era stato minacciato e aggredito con un coltello da Ghirardini e i suoi due fratelli: stando a quanto si apprende, il 35enne, di etnia sinti e padre di sei figli, si era lamentato per il mancato invito ad una festa; aveva così sfregiato i tre fratelli della moglie e si era poi allontanato. Temendo altre ritorsioni, i campi nomadi di Brescia, dove vivono le due famiglie coinvolte, sono stati presidiati tutta la notte dalle forze dell'ordine; inoltre, il prefetto di Brescia Attilio Visconti martedì ha convocato il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza, nel quale si darà risalto proprio alla vicenda.

Nella serata di ieri, venerdì 3 gennaio, Omar Ghirardini stava camminando in via della Maggia, in zona San Paolo a Brescia, quando una vettura lo ha travolto in pieno, uccidendolo sul colpo. Ai carabinieri che hanno indagato sull'incidente, la morte del 35enne è apparsa subito anomala: i militari dell'Arma hanno vagliato si da subito la pista dell'omicidio piuttosto che quella dello sfortunato incidente; già ieri, i carabinieri erano venuti a conoscenza del litigio nel quale era stato coinvolto il 35enne prima del suo omicidio.

59 CONDIVISIONI
Omicidio Fiorenza Rancilio, il figlio che l'ha uccisa era affetto da una forma di schizofrenia
Omicidio Fiorenza Rancilio, il figlio che l'ha uccisa era affetto da una forma di schizofrenia
Operaio investito da un treno mentre lavora a un traliccio, morto: la Procura apre un'inchiesta
Operaio investito da un treno mentre lavora a un traliccio, morto: la Procura apre un'inchiesta
Santina Delai, uccisa con uno strofinaccio in casa sua: il figlio confessa l'omicidio
Santina Delai, uccisa con uno strofinaccio in casa sua: il figlio confessa l'omicidio
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views