216 CONDIVISIONI
10 Luglio 2020
11:43

All’ospedale di Manerbio 16 nuovi nati in un giorno: da qui iniziò l’incubo Covid nel Bresciano

All’ospedale di Manerbio, in provincia di Brescia, in un giorno sono nati 16 bambini. Si tratta di un evento simbolico, dal momento che proprio a Manerbio venne accertato il primo caso di Coronavirus nel Bresciano. “Dopo settimane di buio e tristezza oggi è il bene che trionfa”, ha detto la direttrice del reparto di Ostetricia e ginecologia, Daniela Gatti.
A cura di Francesco Loiacono
216 CONDIVISIONI
Il precedente: i 15 bimbi nati in un giorno a Cremona
Il precedente: i 15 bimbi nati in un giorno a Cremona

L'ospedale di Manerbio, in provincia di Brescia, ha festeggiato l'arrivo di 16 nuovi nati in un solo giorno. La notizia è stata accolta come una sorta di segno di speranza: arriva infatti nell'ospedale in cui, ormai cinque mesi fa, si registrarono i primi casi di coronavirus in provincia di Brescia. Fu l'inizio di un incubo che fa sentire i suoi effetti tuttora ma di cui si intravede ormai la fine, salvo eventuali e temuti ritorni. Ieri infatti, in tutta la provincia di Brescia sono stati registrati 14 casi positivi al virus, ma per il quinto giorno consecutivo non ci sono state vittime.

Non è ancora il caso di abbassare la guardia, come continuano a ripetere molti esperti, ma certo adesso si può guardare con più speranza al futuro. Un futuro che è appena iniziato per i 16 neonati venuti al mondo nelle scorse ore. "Non è retorica dire che dopo settimane di buio e tristezza oggi è il bene che trionfa", ha detto al quotidiano locale "Giornale di Brescia", che ha riportato la notizia, Daniela Gatti, direttrice del reparto di Ostetricia e ginecologia. Un reparto che non riusciva quasi a contenere i nuovi nati, suddivisi anche tra i reparti di Pediatria e il nido dell'ospedale. A Manerbio, comunque, nonostante i mesi bui vissuti a causa del coronavirus a partire dal 24 febbraio, giorno del primo caso accertato, la vita ha continuato ad andare avanti: sono stati 370 i parti tra gennaio e giugno, 133 tra marzo e aprile.

Il precedente pochi giorni fa: 15 bimbi nati in 24 ore all'ospedale di Cremona

Quanto accaduto a Manerbio non è un caso isolato: alla fine di giugno all'ospedale di Cremona, altro luogo simbolo della lotta al Covid-19, sono nati in 24 ore 15 bimbi, 10 maschietti e cinque femminucce. Anche in quella circostanza il primario dell'ospedale, Aldo Riccardi, aveva parlato di "un segnale di rinascita", dopo le settimane che il personale medico e sanitario ha passato in prima linea contro il virus.

216 CONDIVISIONI
Covid in Cina, infermieri stremati svengono in ospedale
Covid in Cina, infermieri stremati svengono in ospedale
1.018 di antoizzo86
Ruba tamponi Covid, guanti e provette dall'ospedale in cui lavora: denunciato operatore sanitario
Ruba tamponi Covid, guanti e provette dall'ospedale in cui lavora: denunciato operatore sanitario
Dimessa dall'ospedale con un tampone negativo, ricoverata mezz'ora dopo perché sta male ed è positiva al Covid
Dimessa dall'ospedale con un tampone negativo, ricoverata mezz'ora dopo perché sta male ed è positiva al Covid
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni