Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È stato trovato senza vita dopo quattro ore di ricerche un uomo di 28 anni, di Pavia, annegato nel Ticino. La vittima dell'incidente è originaria del Nepal. I carabinieri stanno ricostruendo la dinamica, ma da una prima ricostruzione pare che il giovane stesse camminando in acqua quando è finito in una fossa ed è stato portato via dalla corrente.

Scompare nel Ticino: ricerche in corso alle porte di Pavia

L'allarme era scattato nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 29 giugno, poco dopo le 13. Secondo quanto riportato da La Provincia Pavese, una ragazza si buttata per cercare di aiutarlo, ma non è riuscita a raggiungere il giovane in difficoltà che è sparito in acqua. Appena dato l'allarme, sono scattate le ricerche nel tratto di fiume e lungo le rive, all'altezza della strada del Canarazzo. Impegnati vigili del fuoco con elicottero e sommozzatori, carabinieri e operatori del 118.

Incidenti nei laghi e nei fiumi della Lombardia

Gli incidenti nei laghi e nei fiumi lombardi sono aumentati nel corso delle ultime settimane. La fine del lockdown e l'arrivo del caldo hanno spinto molte persone a trascorrere il tempo libero sulle rive dei corsi d'acqua e dei bacini. Fare il bagno può essere però molto più pericoloso rispetto al mare. Nel fiume Adda ha perso la vita Angelo Belluscio, 47 anni, che si era  tuffato per salvare la figlia di 9 anni, a Cornate d’Adda nella Bergamasca. La piccola è stata salvata da un pescatore, ma il genitore è stato trascinato via dalla corrente ed è stato trovato morto alcune ore più tardi. A Curno, in provincia di Bergamo, un uomo di 70 anni è morto annegato nel fiume Brembo. A scoprire il corpo, incastrato tra alcune rocce, sono stati alcuni passanti. Incidenti mortali si sono purtroppo verificati anche nel lago di Garda.