L’arrivo di Niccolò Bettarini in tribunale (LaPresse)
in foto: L’arrivo di Niccolò Bettarini in tribunale (LaPresse)

Niccolò Bettarini, figlio dell'ex calciatore Stefano e della conduttrice tv Simona Ventura, è indagato per diffamazione nei confronti del suo ex legale, l'avvocato Alessandra Calabrò, che lo ha rappresentato come parte civile nel processo di primo grado a carico dei quattro giovani che, il primo luglio 2018, lo hanno aggredito con coltellate, calci e pugni fuori dalla discoteca milanese ‘Old Fashion'.

Niccolò Bettarini indagato per diffamazione nei confronti del suo ex avvocato

Al 20enne rischiano di costare caro le parole pronunciate lo scorso marzo, dopo che uno degli aggressori, condannato a 9 anni, era passato dal carcere ai domiciliari. Bettarini aveva sfogato su Instagram la sua rabbia con frasi molto pesanti non solo nei confronti del giudice, ma anche dell'avvocato Calabrò, lamentandosi, tra le altre cose, delle parcelle. Il legale, che aveva già rimesso il mandato perché il giovane non aveva pagato i compensi che le doveva, lo ha denunciato per diffamazione. Il fascicolo è affidato al pm di Milano Elio Ramondini.

Intanto è iniziato il 2 ottobre scorso a Milano il processo d’appello agli aggressori di Niccolò Bettarini. I quattro autori dell’agguato sono stati condannati in primo grado a pene tra i 5 e i 9 anni di reclusione. In seguito sono stati scarcerati e mandati ai domiciliari. Provvedimenti che hanno scatenato l’ira del 20enne che se l'è presa con i giudici, ma anche con il suo legale.